Vigilanza da Cooperativa. 28.02.1998

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Accordo 28-02-1998

Accordo per il rinnovo della parte economica del C.C.N.L. 24 luglio 1996 per i dipendenti da cooperative di vigilanza privata

Le Parti

Nel procedere, in attuazione del Protocollo 23 luglio 1993 e dell'art. 97 del C.C.N.L. vigente, all'adeguamento dei minimi di stipendio

base sino al 30 settembre 1999, preliminarmente confermano:

1) Il proprio impegno ad intervenire nei confronti del Ministero dell'interno affinchè, stanti le connotazioni istituzionali degli Istituti di

vigilanza privata e delle guardie particolari giurate loro dipendenti, si realizzi quanto previsto dalla premessa al C.C.N.L. vigente e

quanto emerso nel corso dell'incontro del 25 marzo 1998 presso il Ministero degli interni alla presenza del Sottosegretario di Stato

On. Giannicola Sinisi;

2) la necessità di attivarsi in tutte le sedi opportune per far fronte, attraverso interventi che consentano di rendere compatibile il

costo del lavoro ,ai gravissimi problemi che il settore sta incontrando nel mezzogiorno ed in altre realtà depresse del Paese;

3) il proprio impegno ad esaminare, fornendo entro il 30 maggio 1999, i progetti relativi alle questioni riguardanti il lavoro

usurante e alla individuazione di nuove figure professionali che consentano di far fronte, nel rispetto delle leggi e dei contratti

di lavoro, alle richieste ed esigenze dell'utenza di affidare servizi di vigilanza compatibili con la natura del servizio richiesto;

4) l'impegno ad esaminare entro il 30 novembre 1998 la previdenza integrativa;

5) di procedere agli adempimenti, tra cui la formale costituzione entro il 31 ottobre 1998 dei relativi organismi, di cui all'accordo

applicativo del D.Lgs. n. 626/1994.

6) di intervenire presso il Ministero del lavoro e della previdenza sociale per verificare l'utilizzo dell'apprendistato nel settore

della vigilanza privata.

Tutto ciò premesso

si stipula il presente accordo

- In considerazione dello scostamento verificatosi tra il tasso di inflazione programmato per il biennio 1995-1997 ed il tasso di

inflazion ereale registrato per il medesimo biennio, nonché del tasso programmato per il biennio 1998-1999 si è stabilito quanto

segue:

1) il salario unico nazionale (paga base tabellare conglobata) collegato ai livelli della classificazione del personale da valere su tutto il

territorio nazionale sarà quello indicato nella Tabella "A" allegata, con le decorrenze ed i valori in essa previsti;

2) le indennità di cui al vigente C.C.N.L., indicate nella Tabella "B" allegata, adeguate nella misura del 5%, saranno erogate con la

decorrenza in essa prevista;

3) una tantum:

in relazione al periodo 1° gennaio 1998 - 31 luglio 1998, sarà erogato un importo "una tantum" come da Tabella "C" allegata, al quale

importo occorre detrarre quanto già eventualmente erogato a titolo di indennità di vacanza contrattuale. Detto importo sarà erogato

con la retribuzione del mese di agosto 1998. In caso di inizio del rapporto di lavoro nel periodo tra il 1° gennaio 1998 ed il 31 luglio

1998 l'importo di cui sopra sarà erogato in ragione di un settimo per ogni mese di anzianità.

Analogamente si procederà per i casi in cui non si è dato luogo a retribuzione nello stesso periodo a norma di legge e di contratto.

Ai fini dell'erogazione degli importi "una tantum" di cui sopra, viene considerato mese intero la frazione pari o superiore a 15 giorni.

Gli importi "una tantum" di cui sopra non sono utili agli effetti del computo di alcun istituto contrattuale né del trattamento di fine

rapporto.

Tabella A

Trattamento economico per i dipendenti da Istituti di vigilanza

Param.

Livelli

Paga conglobata al 1° gennaio 1997

Aumenti dal 1° agosto 1998

Paga conglobata dal 1° agosto 1998

Aumenti dal 1° giugno 1999

Paga conglobata dal 1° giugno 1999

161

Quadro

2.586.000

70.614

71.000

2.657.000

56.491

57.000

2.714.000

150

IS

2.409.000

65.789

66.000

2.475.000

52.632

53.000

2.528.000

143

I

2.288.000

62.719

63.000

2.351.000

50.175

51.000

2.402.000

136

II

2.166.000

59.649

60.000

2.226.000

47.719

48.000

2.274.000

130

IIIS

2.066.000

57.018

57.000

2.123.000

45.614

46.000

2.169.000

124

III

1.976.000

54.386

54.000

2.030.000

43.509

44.000

2.074.000

119

IVS

1.886.000

52.193

52.000

1.938.000

41.754

42.000

1.980.000

114

IV

1.810.000

50.000

50.000

1.860.000

40.000

40.000

1.900.000

109

V

1.726.000

47.807

48.000

1.774.000

36.639

38.000

1.812.000

100

VI

1.572.000

43.860

44.000

1.616.000

35.088

35.000

1.651.000

 

Tabella B

Indennità giornaliera

Descrizione

al 1° gennaio 1997

al 1° gennaio 1999

1) Ruolo tecnico operativo

a) indennità per lavoro notturno

- zona stradale e trasporto-scorta valori

7.500

7.875

- piantonamento fisso, sala conta e centrale operativa

5.500

5.775

b) indennità di rischio per i servizi di

- zona stradale trasporto e scorta-valori

4.000

4.200

- piantonamento fisso, sala conta e centrale operativa

500

525

2) Ruolo amministrativo

Indennità presenza

500

525

3) Indennità di lavoro domenicale

1.000

1.050

4) Indennità capo macchina

700

735

Tabella C

Una tantum

Param.

Livelli

Una tantum

161

Quadro

213.000

150

IS

197.000

143

I

188.000

136

II

179.000

130

IIIS

171.000

124

III

163.000

119

IVS

157.000

114

IV

150.000

109

V

143.000

100

VI

132.000