Benvenuti sul sito dell'Unione Sindacale Italiana!

Per il III settore - Socio Sanitario.

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Ultimo aggiornamento Martedì 02 Maggio 2017 11:14 Scritto da Sandro Martedì 02 Maggio 2017 11:07

Roma/Milano 2 maggio 2017

Al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – fax 06 48161441 - 4821207

Al Min. del Lavoro e delle Pol. Sociali - Alla Direzione generale della tutela delle condizioni di lavoro Via Fornovo 8  Roma Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Coord. Amm.vo Roma fax 06 67793543

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Al Dipartimento Funzione Pubblica fax 06 68997188 e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Alla Commissione di Garanzia (applicazione L. 146/90 e s.m.i.) fax 06 94539680

E mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

p.c. Al MIUR – Ministero Istruzione Università e Ricerca Viale Trastevere 76/a – 00153 ROMA Ufficio Rel. sindacali fax 06 58493893-2230 e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Alle centrali cooperative Legacoopsociali-AGCI-Solidarietà-Confcooperative/Federsolidarietà, alla Cns

OGGETTO: RICHIESTA CONVOCAZIONE PER TENTATIVO OBBLIGATORIO PREVENTIVO DI CONCILIAZIONE ai sensi L. 146/90 e 83/2000, PER SCIOPERO NAZIONALE SETTORE COOPERATIVE SOCIALI ED ENTI DEL TERZO SETTORE.

COMUNICAZIONE DI PROCLAMAZIONE DI STATO DI AGITAZIONE NAZIONALE E ATTIVAZIONE PROCEDURE DI RAFFREDDAMENTO DEL CONFLITTO PER SCIOPERO NAZIONALE INTERA GIORNATA per tutto il personale a tempo indeterminato, determinato e atipico/precario, impiegato nei servizi ESTERNALIZZATI di Pubbliche Amministrazioni, nel settore socio sanitario assistenziale educativo, di inserimento lavorativo, attività culturali, accoglienza-immigrazione, manutenzione, servizi ambientali e altri servizi e attività gestite da cooperative sociali d enti del terzo settore con appalti, affidamenti o convenzioni con P.A.

Il sindacato nazionale USI COMMERCIO TURISMO E SERVIZI, in sigla USI C.T.&S., aderente alla Confederazione sindacale UNIONE SINDACALE ITALIANA fondata nel 1912, con la presente nota comunica la PROCLAMAZIONE DELLO STATO DI AGITAZIONE NAZIONALE e l’attivazione delle PROCEDURE DI RAFFREDDAMENTO DEL CONFLITTO ai sensi dei D. Lgs. 146/90 e 83/2000, PER SCIOPERO NAZIONALE INTERA GIORNATA per tutto il personale a tempo indeterminato, determinato e atipico/precario, socio lavoratore o dipendente o con contratti atipici o precari, utilizzato da cooperative sociali ed enti del terzo settore, nei servizi ESTERNALIZZATI di Pubbliche Amministrazioni, nel settore socio sanitario assistenziale educativo, attività culturali, accoglienza-immigrazione e altri servizi e attività gestite da cooperative sociali d enti del terzo settore con appalti, affidamenti o convenzioni con Pubbliche Amministrazioni.

Motivi dell’agitazione sindacale e dello sciopero: RINNOVO DEL CCNL Cooperative Sociali scaduto da anni e non rinnovato, a sostegno piattaforma rivendicativa lavoratori e lavoratrici del settore, per piena applicazione delle disposizioni normative in materia di salute e sicurezza sul lavoro e nei luoghi di lavoro, per contrasto a leggi “Minniti-Orlando” su immigrazione e sicurezza-decoro urbano, per contrasto a processi di esternalizzazione. liberalizzazione, privatizzazione di servizi pubblici strategici nel settore socio sanitario, socio assistenziale-educativo e di inserimento lavorativo, nell’area dei servizi e attività culturali, ambientali e di manutenzione, per la riqualificazione e potenziamento delle attività già “esternalizzate” nel settore scolastico educativo e di assistenza-integrazione a studentesse e studenti diversamente abili, per inserimento in ogni capitolato di appalto, convenzione o affidamento di clausole sociali di salvaguardia occupazionale, continuità lavorative a tutela forza lavoro nei cambi di appalto, per processi di stabilizzazione precariato nei servizi svolti da enti/coop sociali.

Il sindacato nazionale USI COMMERCIO TURISMO E SERVIZI, CHIEDE L’ATTIVAZIONE DELLE PROCEDURE PER IL TENTATIVO PREVENTIVO DI CONCILIAZIONE PREVISTO DALLA LEGGE 146/90 E INTEGRAZIONI PRESSO IL MINISTERO DEL LAVORO. SI ACCETTANO LE LIMITAZIONI IMPOSTE DALLE LEGGI E DAI CONTRATTI DI LAVORO. ESENTATE LE ZONE COLPITE DA CALAMITA’ NATURALI, CON CONSULTAZIONI ELETTORALI.

SI ATTENDE COMUNICAZIONE DELLA DATA E DELL’ORARIO DI CONVOCAZIONE PER IL TENTATIVO DI CONCILIAZIONE,

recapiti e riferimenti per comunicazioni

e-mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

e Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

Distinti saluti.

 

D’ordine del segretario nazionale di USI COMMERCIO TURISMO e SERVIZI (Sandro Bruzzese)

Trasmette Roberto Martelli (responsabile organizzativo p.t. per USI)

 

STATO DI AGITAZIONE. Roma

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Ultimo aggiornamento Mercoledì 19 Aprile 2017 11:24 Scritto da Sandro Mercoledì 19 Aprile 2017 11:12

COMUNICATO SINDACALE

RSU USI COMUNE DI ROMA

USI C.T.&S. – RSA USI ROMA MULTISERVIZI

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

SI AVVISA L’UTENZA CHE QUALCHE DISAGIO SI POTRA’ VERIFICARE

PER LO STATO DI AGITAZIONE INDETTO

DALL’Unione Sindacale Italiana,

PROSEGUENDO UNA LOTTA da molti mesi, PER:

Ø RICHIEDERE L’INTERNALIZZAZIONE DELLA ROMA MULTISERVIZI, PER FARLA DIVENTARE UN’AZIENDA PARTECIPATA PUBBLICA DI PRIMO LIVELLO;


Ø LA SALVAGUARDIA DEL SERVIZIO DI PULIZIE – ASSISTENZA E REFEZIONE DA POSSIBILI GARE AL RIBASSO E DALLA PRIVATIZZAZIONE “SELVAGGIA”;


Ø GARANTIRE  A TUTTI I DIPENDENTI, IL POSTO DI LAVORO, LA CONTINUITA’ LAVORATIVA, CON L’APPLICAZIONE DI CLAUSOLE DI SALVAGUARDIA;

 

CHIEDIAMO LA SOLIDARIETA’ ALLE MOBILITAZIONI CHE SARANNO INDETTE DALL’USI.

  • LA PETIZIONE POPOLARE CONSEGNATA (circa 22.000 FIRME COMPLESSIVAMENTE RACCOLTE) NON E’ STATA ANCORA ESAMINATA DALL’ASSEMBLEA CAPITOLINA (Consiglio Comunale) ...........…ma che “DEMOCRAZIA” è mai questa?

 

RSU USI COMUNE DI ROMA

– USI C.T.&S.- RSA USI ROMA MULTISERVIZI

– Associazione Difesa Utenti e Consumatori servizi pubblici USICONS

Largo Veratti 25

Roma

aprile 2017

 

   

UN PASSO AVANTI!

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Ultimo aggiornamento Mercoledì 12 Aprile 2017 10:33 Scritto da Sandro Mercoledì 12 Aprile 2017 10:28

UN IMPORTANTE PASSO AVANTI!

°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Il 10 aprile 2017, è stato sottoscritto un accordo sindacale tra il Commissario straordinario della Farmacap, Avv. Stefanori, il Direttore Generale ad interim, Dott. Cozzolino, e l’Usi (verrà sottoscritto anche dalla altre OO.SS), inserito nel consuntivo del bilancio 2016 e in attesa dell’approvazione del collegio dei revisori, che rappresenta un importante passo avanti per il riconoscimento di quanto dovuto ai lavoratori e maturato in questi anni.

Nel merito l’Accordo prevede che saranno erogati 560.000 euro a copertura dell’intera una tantum prevista dal CCNL Assofarm 2013 e al recupero parziale degli arretrati spettanti, maturati, esigibili e non ancora liquidati, che: “verranno erogati a decorrere dalla mensilità di Giugno 2017, anche sulla base di un tavolo tecnico da svolgersi nel mese di maggio 2017, per la quantificazione economica spettante ai dipendenti della Farmacap.”

 

  • Grazie anche all’intervento determinato dell’Usi, si prosegue nella restituzione di quanto spettante ai lavoratori e alle lavoratrici, percorso avviato il 12 ottobre 2016 per 320.000 euro, che vedrà il riallineamento del CCNL nel corrente mese.

 

Da Gennaio 2016, anche attraverso erogazioni unilaterali per 365.000 euro, e fino alla stipula del presente accordo la Farmacap ha restituito e restituirà circa 1.250.000 euro ai lavoratori, evitando al contempo passivi di bilancio per gli anni 2015/16 e scongiurando l’applicazione di quanto previsto dalla legge 27, 2013 (art.1, comma 555) che indica la liquidazione delle aziende speciali in caso della presentazione di quattro su cinque esercizi di bilancio negativi precedenti (oggetto del nostro ricorso al Tar, presentato due anni fa).

Di fondamentale importanza il passaggio, inserito nelle premesse dell’accordo, in cui è citato che: “l’azienda non si oppone all’applicazione corretta del CCNL, con il graduale scaglionamento fino all’integrale applicazione e la tendenziale applicazione a tutto il personale del CCNL di settore”, che segue quanto verbalizzato e firmato dall’Avv. Stefanori, presso l’Osservatorio comunale del lavoro, convocato il 4 aprile su segnalazione dell’Usi:

“Le OO.SS auspicano che tale buona prassi contribuisca alla definizione di un corretto utilizzo del CCNL di settore eliminando le disparità di trattamento salariale e normativo” e ribadito dal Commissario in conferenza stampa il 5 aprile. Per la prima volta viene preso un impegno concreto per i passaggi dai diversi CCNL presenti in azienda al CCNL Assofarm, che, lo ribadiamo, devono essere effettuati nel corso del 2017.

 

  • Si tratta ora di vigilare sulla corretta applicazione di questo accordo a partire dal tavolo tecnico che deve essere svolto nel mese di maggio 2017 anche in merito alla tempistica applicativa dell’erogazione, per la definizione di un ulteriore accordo esecutivo e per affrontare le rimanenze spettanti, compresi i buono pasto, e l’assistenza sanitaria integrativa.

 

RSA/RLS USI FARMACAP

Unione Sindacale Italiana

Largo G. Veratti, 25

-00146, Roma

fax 06/77201444,

mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ,

www.unionesindacaleitaliana.eu

www.usiait.it

Aprile 2017

 

   

Pagina 10 di 79