Nibirumail Cookie banner

Università Bicocca. Un appalto complicato

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Milano li 08.08.2018

 

Spettabile

Vivaldi & Cardino S.P.A.

Via Console Flaminio n° 17

20134 Milano

Prot. 229/18 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Spettabile

Pfe S.P.A.

Viale Gran Sasso 11

20134 Milano

Prot. 230/18 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

E P.C.

 

Spettabile

Università degli Studi di Milano-Bicocca

Piazza dell'Ateneo Nuovo, 1

20126 Milano

Prot. 231/18 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Oggetto: cambio appalto.

In data odierna siamo venuti a conoscenza, da alcuni lavoratori nostri associati, del comportamento che le società subentranti stanno tenendo nei loro confronti.

I lavoratori sono stati contattati dal Sig. Antonio Steduto, presentatosi come capo area di Vivaldi & Cardino, il quale li ha convocati in un parco pubblico per preannunciare profonde modifiche agli orari di lavoro ed anche possibili cambi di sede.

Nello specifico ai lavoratori è rimasto impresso l’introduzione di un orario di lavoro spezzato e la volontà di fargli prestare servizio anche in orario notturno.

Contrariamento a quanto sostenuto dal Vs. responsabile la realtà assume un’altra dimensione, il monte ore è modificato in meglio e le condizioni di una diversa disposizione organizzativa deve perseguire un diverso percorso, non un peggioramento delle condizioni di lavoro dei vostri futuri dipendenti ma un diversa ripartizione in meglio del monte ore., Gestire questo cambio di appalto sta diventando oltre modo difficoltoso e complicato a causa della scelta delle due società subentranti di non voler in alcun modo comunicare con la scrivente O.S. e questo nonostante sia la più rappresentativa all’interno dell’appalto.

Stante le premesse descritte dai lavoratori abbiamo invitato gli stessi a verificare che i contratti individuali, che le società in indirizzo proporranno loro il 27 di Agosto a livello individuale presso le loro sedi, anziché come abitualmente avviene in appalto, non contengano nessuno degli aspetti sopra riportati (orario di lavoro spezzato e lavoro notturno).

  • A tal proposito ci preme evidenziare come l’orario di lavoro spezzato sia vietato per legge, sia per i lavoratori part time ma anche per i lavoratori full time, e come il lavoro notturno preveda specifiche limitazioni per alcune categorie di lavoratori.
  • Inoltre, sempre per quanto concerne il lavoro notturno, come prevede l’art. 39 del CCNL applicato “…L'introduzione del lavoro notturno è preceduta dalla consultazione delle R.S.U. ovvero, nell'ipotesi in cui non sia stata costituita, delle R.S.A. o, in mancanza anche di queste, delle OO.SS. territoriali; la consultazione è effettuata e conclusa entro dieci giorni a decorrere dalla comunicazione del datore di lavoro…”

Facciamo presente che in appalto sono presenti due nostre R.S.A. (Setaro Teresa e Marjana Cungu), da sempre riconosciute nei vari cambi di appalto, che sarebbero e dovrebbero esser consultate così come previsto dal precedente articolo del CCNL.

Ribadiamo la nostra disponibilità ad confronto per superare la situazione descrittaci dai lavoratori.

Nel caso continuasse il Vostro atteggiamento di chiusura nei nostri confronti, e quindi impedendoci di tutelare appieno i lavoratori nostri associati, non escludiamo uno stato di agitazione.

Nell’attesa distinti saluti

RSA

Setaro Teresa

P. la segreteria

Bruzzese Emanuele