Nibirumail Cookie banner

Sede Roma

00146 Roma.

Largo G. Veratti, 25.

Tel 06 70 45 19 81

Fax 06 77 20 14 44

E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

www.unionesindacaleitaliana.blogspot.com

www.usistoriaememoria.blogspot.com

La cosa funziona così…

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

La cosa funziona così…

Ogni soggetto che ha in atto o partecipi a bandi di appalti, affidamenti e convenzioni con ROMA CAPITALE è  tenuto ad applicare i contratti e le leggi sul lavoro anche per i soci, pena l’esclusione o la revoca . Regolamenti interni alle cooperative non possono derogare il CCNL, le delibere consiliari 135\2000 e 259\2005 e il codice degli appalti (D.Lgs. 50/2016).

Premesso questo, fare a Gennaio una segnalazione al CdA per poter giungere in tempi ragionevoli  al normale riconoscimento di istituti contrattuali previsti dal CCNL non è stato un capriccio, un vezzo, ma un passo dovuto e fondamentale per la MESSA IN SICUREZZA DI TUTTE/I.

Il 6 Marzo è stato concordato il corretto utilizzo dei 4 permessi ex festività soppresse, dei permessi a recupero, il pagamento con maggiorazione del 27% sulle ore supplementari e il pagamento dei primi tre giorni di malattia. Consapevoli del costo che si andrà ad affrontare nei mesi a venire con la messa a regime del pagamento delle giornate di carenza, per  la malattia, abbiamo più volte proposto al CdA un accordo di gradualità per consentirci di restare comunque competitivi sul mercato ma al contempo avere le spalle coperte rispetto alla SICUREZZA dei nostri affidamenti. Il CdA ha deciso diversamente, dal primo Aprile 2018 questi saranno pagati in forma piena. AUSPICHIAMO  CHE  ALLA “CONQUISTA” DI UN DIRITTO FONDAMENTALE , COME QUELLO DI POTERSI AMMALARE,  NON SI RISPONDA CON UN USO SUPERFICIALE  MA CON MATURITA’ E CONSAPEVOLEZZA.

Inoltre è stato avviato un processo che definirà le modalità di utilizzo della banca ore e come armonizzare i part-time,  soprattutto di chi lavora nel settore educativo scolastico (Aec, futuri Oepa), individuando in via sperimentale 3 opzioni. Con accantonamento del monte ore lavorato in più sui 10 mesi, oppure sugli 11 o con accorpamento delle ore da prestare a copertura del periodo non garantito dalla “banca ore accantonata” preferibilmente nella prima metà di Luglio. La scelta dell’opzione più attinente alle proprie esigenze verrà concordata tra i singoli lavoratori e lavoratrici e la cooperativa.

Per tornare sulla via maestra e per resistere alle barbarie di un settore lavorativo sempre più precario e insidioso, alla mercé degli umori della giunta di turno, si risponde con

l’autorganizzazione , l’autogestione, la solidarietà, l’impegno e la tutela di tutti/e

RSA USI Eureka I onlus Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

USI Unione Sindacale Italiana fondata nel  1912

Largo G. Veratti, 25-00146, Roma fax 06/77201444,

mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

www.unionesindacaleitaliana.eu

www.usiait.it

PUNTI INFOLAVORO AUTORGANIZZATI A ROMA:

LUNEDI’ E MARTEDI’ ORE 18 – 20 LARGO GIUSEPPE VERATTI 25 ROMA c/o Camera del Lavoro autorg. nord ovest                                                                                                                                                                     GIOVEDI’ ORE 18.30 – 20 A PIAZZA GAETANO MOSCA 50 c/o Camera del Lavoro Roma aut organizzata sud ovest                                                                                                                                                        Anche il MERCOLEDI’ ORE 18 – 20 presso R.E.D.S. (Reddito E Diritti Sociali) VIA DELLE ACACIE 88 CENTOCELLE

fotinproplargoveratti2500146RomaAprile2018.

 

 

RSA Rls USI FARMACAP. ACCORDO.

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Buone e cattive notizie….
USI FARMACAP


In data 14 marzo 2018, è stato firmato l’accordo sulla nuova erogazione dei buoni pasto che riguarda tutti i lavoratori dell’azienda a tempo pieno e quelli a tempo parziale con un orario di lavoro settimanale di almeno 26 ore. Nell’accordo vengono definite le modalità specifiche per gli orari part time e full time per l’ottenimento del buono pasto dal valore di 5,25 euro e si riconoscono i diritti dei lavoratori sugli arretrati dal 1 gennaio 2013 al 28 febbraio 2018. Se ne discuterà in un tavolo tecnico apposito entro la fine di aprile.

Tempo pieno: orario di lavoro giornaliero non inferiore a sei ore, comprendente sia l’arco antimeridiano (8-13) che quello pomeridiano (13.01-19).

Il notturno è considerato dopo le 19.30 e si ha diritto a un buono pasto per ogni turno.

Nell’orario giornaliero è computata un interruzione per un massimo di 10 minuti come pausa per il recupero psico-fisico, ma non la pausa pranzo (da un minimo di 10 minuti a un massimo di 1 ora).

Si ottiene il buono pasto anche, in via ordinaria, se l’orario di lavoro giornaliero è per una volta inferiore a 6 ore in una settimana (Lun.-Dom.), per esigenze aziendali e per il raggiungimento delle ore di lavoro previste dal contratto.

In via straordinaria, queste giornate inferiori a 6 ore, sono elevate a 2, fino alla cessazione della carenza d’organico. Non si usufruisce del buono pasto se si prendono permessi individuali di qualsiasi natura nella fascia oraria 13-15; 19-21.

Si ha diritto se in queste fasce orarie si partecipa ad assemblea sindacale, riunioni indette dall’Azienda e corsi di aggiornamento.

Tempo parziale (minimo 26 ore settimanali): le differenze riguardano sia l’arco antimeridiano (8-12.30) che quello pomeridiano (12.31-19.30); non si computa la pausa per il recupero psico-fisico; non si usufruisce del buono pasto se si prendono permessi individuali di qualsiasi natura nella fascia oraria 12.30-13.30; 19.30-20.30.

In data 19 marzo 2018, è stato firmato l’accordo che finalmente riconosce la qualifica contrattuale ai Direttori di farmacia che svolgono tale funzione oltre i limiti previsti dall’art.2103 del codice civile e dal CCNL Assofarm. Rimangono da definire le questioni relative alle eventuali differenze retributive, tra il percepito e quanto era dovuto di retribuzione globale di fatto, per la parte economica, secondo le tabelle economiche del CCNL Assofarm, da applicarsi all’epoca della loro nomina.

Nelle more di una nostra attenta valutazione del Bando di selezione interna, per la nomina triennale del nuovo Direttore Generale dell’Azienda, nonostante le rassicurazioni del Commissario Stefanori sulla nuova “due diligence” sugli ultimi bilanci aziendali (tutti ricordiamo gli esiti nefasti di quella precedente relativa ai bilanci 2011/12), rimangono tre questioni di primaria importanza: l

 

  • a totale insufficienza dell’erogazione economica prevista dalla Convenzione per i servizi sociali di prossimità (mancano circa 900.000 euro);
  • il protrarsi di una situazione di grave carenza d’organico nelle farmacie;
  • il disimpegno da parte dell’Assemblea capitolina e in particolare del Presidente della commissione Bilancio, Terranova, nel superamento della delibera n.13 del 23 marzo 2015 (dismissione aziendale), attraverso la stesura e l’approvazione di una nuova delibera consiliare per il mantenimento dell’Azienda Speciale, come invece da lui dichiarato nell’ultima seduta della Commissione su Farmacap nel novembre 2017.

 

 

Sono questioni affrontate nelle nostre assemblee di quadrante che hanno tutte approvato, se si protrarrà l’assoluto silenzio istituzionale alle nostre richieste d’incontro, la promozione di una mobilitazione generale presso le istituzioni deputate (assessorato alle politiche sociali e della salute, assemblea capitolina/Campidoglio) auspicando che tale decisione venga assunta anche dalle altre OO.SS., NEL PROSSIMO MESE DI APRILE…NOI CI SIAMO E CI STIAMO PREPARANDO…

RSA Rls USI FARMACAP

USI Largo G. Veratti, 25-

00146 Roma

fax 06/77201444,

mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

sito nazionale ufficiale

www.unionesindacaleitaliana.eu

www.usiait.it

 

 

Il Cineforum “La Settima Arte” .

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Il Cineforum “La Settima Arte”

con la collaborazione della Camera del Lavoro autorganizzata,

della sezione USICONS Mun. XI, dell'Associazione Culturale Piccole Ombre

presenta

IN OCCASIONE DELL'ANNIVERSARIO DELLA MORTE DI TONINO

(operatore socio-culturale, per molti anni attivo nella zona)

 

DOMENICA 25 MARZO 2018 ORE 18.00

presso la biblioteca autogestita popolare Tonino Mannello

e della Camera del Lavoro Autorganizzata Roma Sud Ovest

INIZIATIVA CULTURALE in Piazza  Gaetano Mosca 50


su: LOTTE SOCIALI  nel quartiere Trullo/Montecucco,

con proiezione documentari sulla figura di Caterina Cicetti e su lotte per la casa nel territorio, con brevi interventi dei promotori

 

 

Ingresso libero e gratuito. Per contatti: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

  • Lo sportello info lavoro e diritti di Piazza Mosca 50  è  aperto ogni giovedì dalle 18.30 alle 20 (email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ), per consulenze, informazioni GRATUITE e per costruzione controversie di lavoro individuali e collettive

 

   

MEMORIA CORTA?

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

MEMORIA CORTA? DISTRAZIONE?...MISTERO…
(METTETEVI SEDUTI...)


Care/i colleghe/i, prima di scrivere questo comunicato, sono stata costretta ad inviare una richiesta ufficiale in azienda del verbale del tavolo tecnico tenutosi il 20/2/2018.

“Sono stata costretta”, perché leggendo il comunicato dell'O.S. CGIL veniva esplicitato che tutte le sigle presenti al tavolo (evidentemente comprendendo l'USI che rappresento come RSU) "...non hanno offerto alcun altro contributo al confronto". L'andamento dei tavoli è "cosa" assai particolare: normalmente si ascolta prima la posizione dell'Azienda e poi c'è un giro di opinioni da parte di tutte le OO.SS. (presenti). Come sapete la mia posizione di RSU/USI non sempre concorda all'atto della sigla degli accordi, tanto che spesso vengo anche dileggiata dalle stesse persone che firmano tali accordi. Ho ripetuto più volte che non è divertente, né per me, né per l'Organizzazione che rappresento come RSU non siglare accordi. Quando ritenuti "in pejus", NON POSSO E NON DEVO sottoscriverli. Ciononostante, la sottoscritta presta sempre la sua collaborazione in tutti gli incontri, nell'interesse dei lavoratori e delle lavoratrici, TUTTI-E, perché l'acronimo RSU sta ad indicare la rappresentanza sindacale UNITARIA: nessuna RSU siede al tavolo solo per se stessa o per il settore da cui proviene (si auspica). Nel mio "piccolo", cerco di difendere i diritti di tutti i colleghi e colleghe che vivono delle difficoltà. Per quanto riguarda il tavolo tecnico sui "gruppi sostituitivi", inutile fare la gara a "chi ha fatto prima cosa"...perché l'USI si attivò già nel 2012, al momento dell'introduzione della figura JOLLY, presentando le proprie rimostranze all'Osservatorio Comunale del Lavoro, in termini anche di salute e sicurezza sul lavoro, oltre che a salvaguardia della dignità e della vita privata dei colleghi...visto che nessuno dovrebbe essere costretto a girare da un museo all'altro con la divisa in spalla. Sono atti. Formali e depositati che rivendicavano armadietti per tutti-e, turni organici comunicati con congruo anticipo ai colleghi.  FORSE, la delegazione CGIL era "distratta" quando ho rammentato al tavolo che, quella di ottenere dei turni congrui, con congruo anticipo era una battaglia di Giorgio Baldari ex RSU CIL, collega part time che non sapeva mai in tempi umani le proprie turnazioni e che spesso  ha rappresentato le lotte per i diritti dei colleghi part time … Certo, ho appoggiato la richiesta promossa da Andrea Marino, RSU CGIL di cercare di programmare, quantomeno, le sostituzioni dei  jolly sui riposi dell’intero anno (anche questa, era una richiesta che promuoveva a suo tempo il collega Baldari), per il semplice motivo che è stato il primo del tavolo a prendere la parola sulla questione. Poi è seguito il giro del tavolo. Ogni rappresentante sindacale, ha espresso il proprio parere.  Personalmente, sono convinta, inoltre, che sia necessario mantenere i “gruppi” sostitutivi e non tornare ad una gestione centralizzata a gruppo unico che rimetterebbe tutti i colleghi nel girone infernale dello spostamento su tutti i musei (come già avevo sottolineato con il mio comunicato del 20/4/2017 in cui ho condiviso con tutti voi, quanto avevo scritto al dr. Ruberti, in merito le modalità con cui si stava predisponendo l’ampliamento orario dei part time). Questa mia convinzione l’ho condivisa con ll tavolo tutto, di fatto, andando contro la proposta aziendale. Non credo ci fosse molto altro da aggiungere, visto che, comunque, si evidenziava il fatto, che continuano ad esserci doppi turni di colleghi o che non vengono coperte alcune postazioni dove sono programmate lunghe assenze...l’Azienda insisteva nel rimanere sulle proprie posizioni...Salvo poi, vedere un’apertura da parte del dr. Tagliacozzo (l'A.D. di Zètema) nella fase finale del tavolo, sulle problematiche discusse con una disponibilità a valutare quanto rappresentato.


Mi spiace aver letto le parole del comunicato CGIL, perché io non cerco mai di prendermi i meriti altrui...ma non voglio vengano sminuite le azioni che compio come RSU/USI...come accadde per le denunce depositate presso l’Ispettoraro del Lavoro che hanno portato, poi, alla chiusura del Museo della Civiltà Romana per consentirne il restauro...Al momento della chiusura, comparve un’intervista del segretario CGIL Natale di Cola, su " Il Messaggero" in cui la sua organizzazione si accreditava il successo di tale chiusura. Peccato sia, tutt’oggi, verificabile che le uniche denunce fossero quelle depositate dall’USI. La memoria corta fa male...ma io ricordo bene tante cose: anni fa una ex RSU CGIL mi disse che scrivevo cose non corrispondenti nei miei comunicati, anzi, passibili di querela. Mi resi disponibile ad effettuare correzioni se mi fossero state ufficializzate, addirittura pronta a ricevere eventuali querele. Ma nulla è successo di tutto ciò.


Ho ritenuto opportuno puntualizzare alcuni aspetti, perché l’USI non può essere strumentalizzata ad uso e consumo di nessuno, nè aziende, nè committenti pubblici, nè sindacati o funzionari sindacali di apparato. Come RSU/USI,  continuo ad operare nell’interesse di tutti i miei colleghi e colleghe. Non c’era molto altro da aggiungere, dopo che l’azienda aveva snocciolato dati su malattia, assenze e carenze e aveva avanzato l’ipotesi di mantenere il gruppo unico dei lavoratori jolly che girano su tutti i musei...e si era già proposto di mettere un punto fisso sui riposi…


La buona notizia è che, a breve, ci sarà un ulteriore ampliamento orario per lavoratori a 24 ore, per un pensionamento che avverrà a breve.


L’Azienda ha inoltre fornito l’informativa che ribadisce quanto stigmatizzato nel rinnovo del Contratto di Servizio delle Biblioteche, per cui i colleghi del front office otterrano il livello B3 (visto che ci sono casi di distrazione e memoria corta...è opportuno ribadire che l’USI non ha firmato gli accordi che prevedevano passaggi a step per lavoratori che, da Roma Capitale all’Azienda...sanno tutti svolgere mansioni di fascia “C”, per cui potrebbero persino promuovere vertenze di lavoro).


Al termine dell'incontro, l’Azienda ha comunicato la data per il prossimo tavolo sul tema specifico del settore “Eventi e mostre” che si terrà lunedi 26/2 p.v. ed ho, quindi, chiesto un tavolo specifico per il settore PIT, poiché era stata una delle richieste avanzate con il mio “cahier des dolèances” inviato il 18/10/2017.


Buon lavoro a tutte/i! Serenetta Monti (RSU/USI Zètema)

http://www.serenettamonti.it
http://www.usiait.it

 

 

Incontro Miorelli.

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

COMUNICATO SINDACALE USI PER PUBBLICAZIONE AI SENSI DELL’ART. 25 L. 300/70

UNIONE SINDACALE ITALIANA – USI – fondata nel 1912

SEGRETERIA PROVINCIALE INTERCATEGORIALE ROMANA

RSA-RLS USI CTS c/o MIORELLI spa

LARGO G. VERATTI 25 – 00146 ROMA

FAX 06/77201444 – email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

www.unionesindacaleitaliana.eu

USI C.T.&S. Segreteria Nazionale Via Ricciarelli 37 Milano

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.    Pec nazionale Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Verbale d’incontro dell’8 gennaio tra l’azienda MIORELLI spa per l’appalto di pulizie presso la  CASSA DEPOSITI E PRESTITI sede di ROMA e la RSA USI firmataria del cambio di appalto presso l’ITL di ROMA

L’incontro dell’8 gennaio alle ore 15 si è svolto presso la sede dell’USI di Largo Veratti 25 e ha visto presenti i rappresentanti dell’azienda MIORELLI sig. LUCIANO ROMIZI responsabile di produzione e il sig. GIANLUCA DEMARZI, il segretario nazionale organizzativo dell’USI prof. GIUSEPPE MARTELLI e la sig.ra PAOLA ONORI RSA USI.

Comunicato congiunto:

L’USI e la RSA hanno esposto varie osservazioni e segnalazioni già fatte per iscritto in merito ad:

-          una gestione per loro poco equilibrata delle c.d. ore supplementari e in particolare di quelle relative alla “raccolta differenziata”

-          un aumento complessivo del carico di lavoro per una parte del personale

-          la mancata condivisione con le RSA di oggettivi criteri nella ripartizione del lavoro da svolgere in applicazione del CAPITOLATO DI APPALTO

-          il problema dell’attuale orario di lavoro pomeridiano previsto nel capitolato in linea di massima tra le 18 alle 22 che crea notevoli problemi per alcune lavoratrici part-time in servizio tra le 13,30 – 14,30

-          le problematiche relative alla salute e sicurezza sul lavoro (per il quale si prevede l’elezione di un RLS in tempi abbreviati, con relative assemblea sindacale per turni lavorativi)

-          la necessità di confronti periodici sull’organizzazione del lavoro tra le RSA e i responsabili dell’appalto

-          la soluzione lavorativa di alcuni casi già segnalati, in particolare di chi usufruisce della L. 104.

I responsabili aziendali presenti della Ditta MIORELLI

-          hanno dato la loro disponibilità a rivedere la distribuzione delle ore supplementari e la gestione della raccolta differenziata e delle pulizie esterne alla CDP;

-          hanno dichiarato che non ci saranno aumenti dei carichi di lavoro ma che sarà loro cura rivedere la gestione complessiva dell’appalto;

-          prenderanno in esame una nuova organizzazione che elimini con possibili turnazioni l’ora 13,30 – 14,30 rivedendo per quanto possibile anche l’inizio dell’orario pomeridiano;

-          concordano per l’elezione dell’RLS tra le RSA con le relative assemblee sindacali;

-          sono disponibili a  mantenere un confronto periodico con le RSA di tutte le strutture sindacali;

-          esamineranno la possibilità di rivedere alcune situazioni lavorative segnalate, in particolare di chi usufruisce della L. 104

L’USI e la RSA USI dichiarano di essere favorevoli ad aspettare che le soluzioni prospettate dall’azienda risolvano quanto segnalato e richiesto, e propongono un prossimo incontro ad un mese dalla data odierna ed in ogni caso successivo alla elezione dell’RLS.

FIRMATO USI e  RSA                                                                                                               L’azienda

 

   

Pagina 3 di 51