Sede Roma

00146 Roma.

Largo G. Veratti, 25.

Tel 06 70 45 19 81

Fax 06 77 20 14 44

E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

www.unionesindacaleitaliana.blogspot.com

www.usistoriaememoria.blogspot.com

RIPRESA CONFRONTO

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

TRATTATIVA ROMA CAPITALE

RIPRESA CONFRONTO

SUL CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO

PERSONALE COMUNALE

Roma 30 gennaio 2017

Si è svolto nel pomeriggio di lunedì 30 gennaio 2017 in Campidoglio, al Dipartimento I Politiche del Personale e Risorse Umane, un incontro sindacale sul nuovo contratto decentrato delle/dei dipendenti di Roma Capitale.

Nella delegazione che rappresentava dell'Amministrazione, il nuovo Direttore del Dipartimento I, Ottavianelli,

con il delegato della Sindaca al personale,  avvocato De Santis. De Santis ha iniziato dicendo che l'Amministrazione vuole arrivare in tempi brevi alla firma di un contratto condiviso, che migliori il benessere complessivo del personale capitolino sul posto di lavoro.

La base di partenza per il confronto è la "bozza Tronca", ma sarà ampiamente modificabile.

Saranno convocati anche tavoli specifici per la Polizia Locale, il comparto Tecnico-Amministrativo e il comparto Scuole, nel quale ci sono ancora problemi da risolvere, in particolare per il personale supplente e i bandi di stabilizzazione.

Poi, subito dopo la firma del contratto (l'impegno dell'Amministrazione è presentare la sua proposta entro il 15 febbraio e chiudere la trattativa entro il 1° marzo e comunque non oltre il 10 marzo 2017), si avvieranno le procedure per fare le P.E.O. (progressioni economiche orizzontali) per tutto il personale, bloccate ormai da 7 anni.

Ottavianelli ha parlato del lavoro fatto e in corso, per trovare il migliore equilibrio tra i vincoli e gli obiettivi della P. A. e le esigenze del personale. Sarà garantita la massima trasparenza e sarà stabilizzata l'entità attuale del fondo anche nei prossimi anni, senza nessuna riduzione. L'Amministrazione farà una proposta aperta ai contributi e alle modifiche di parte sindacale.

La parte sindacale ha rimarcato unitariamente la volontà di superare definitivamente l'attuale contratto unilaterale e modificare radicalmente l'attuale "produttività di sistema". Abbiamo chiesto di definire e costituire al più presto il fondo 2017 del salario accessorio, per poi passare alla trattativa sulla distribuzione del medesimo, sulla base del nuovo contratto decentrato, senza dimenticare i residui dei fondi 2015 (15 mln) e 2016 (circa 8 mln), che dovranno integrare le risorse variabili del 2017. La nuova composizione del fondo (75-80% quota stabile; 20-25% quota variabile), oltre a permettere il pagamento di una nuova progressione economica orizzontale, consente indennità più alte, ovvero un incremento di stipendio che prosegua nel tempo.

Pur apprezzando le buone intenzioni dell'Amministrazione, le varie OO.SS. e la RSU hanno però denunciato comportamenti opposti da parte di numerosi dirigenti, al centro e in periferia, che proseguono con atti unilaterali, come nel caso della circolare per la proroga delle POSES, nonostante la trattativa in corso sul nuovo contratto e le importanti modifiche che riguarderanno le Posizioni Organizzative.

Le OO.SS. hanno inviato nei giorni scorsi le proprie proposte di nuovo contratto all'Amministrazione. I sindacati di base hanno proposto un testo unitario (ancora in corso di implementazione e modifica), che ha l'obiettivo di più diritti, più salario, pieno rispetto della dignità di ogni lavoratrice/ore, reale miglioramento dei servizi per la cittadinanza; al testo abbiamo contribuito anche noi RSU dell'USI.

Si tratta ora di tradurre in fatti concreti le buone intenzioni annunciate, cancellando davvero un contratto imposto che ha già fatto troppi danni.   Come sempre, vi terremo informati sugli sviluppi della trattativa.

A cura dei componenti RSU aderenti a USI Unione Sindacale Italiana

(Giorgio Salerno, Francesco Sordi, Antonietta Principe)

USI Largo G. Veratti 25 00146 Roma e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

sito nazionale ufficiale www.unionesindacaleitaliana.eu

Punti infolavoro/diritti  (per consulenze, informazioni, gratuite, per controversie di lavoro collettive e individuali)

LUNEDI’ ore 17.30 19.30 Largo G. Veratti Roma nord ovest) 25;

MARTEDI’ E MERCOLEDI’ ore 18 – 20 VIA OSTUNI 9 (piano rialzato, Roma sud est)

GIOVEDI’ ore 18.30 – 20 Piazza Gaetano Mosca 50 (Roma sud ovest)

presso le CAMERE DEL LAVORO AUTORGANIZZATE

 

 

Riunione Periodica. OPERATORI-OPERATRICI IN LOTTA

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

RAGGRUPPAMENTO

“OPERATORI-OPERATRICI SOCIALI IN LOTTA”

Roma

COBAS LAVORO PRIVATO Viale Manzoni 55 Roma fax 06 77206060

e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

UNIONE SINDACALE ITALIANA USI Rsa-Rls Largo G. Veratti 25 fax 0677201444

e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. (anche Via Ostuni 9 piano rialzato – Piazza Gaetano Mosca 50)

CUB Confederazione Unitaria di Base Via Cavour 101 Roma fax 06 4828857

e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Associazione USICONS utenti e consumatori e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

A.L.A. (Assemblea lav. Accoglienza) e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Comitato Autorganizzato Difesa Lav. CAAT Campo Farnia 100

E mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Roma, 3 febbraio 2017

AVVISO DI RIUNIONE PUBBLICA

 

E’ CONVOCATA LA RIUNIONE PERIODICA DEL RAGGRUPPAMENTO OPERATRICI E OPERATORI SOCIALI IN LOTTA di Roma, per il giorno LUNEDI’ 6 FEBBRAIO 2017, dalle ore 20 (venti), presso sala riunioni di Viale Manzoni 55 (ospitati dai Cobas).

Ordine del giorno:

 

  • Preparazione e organizzazione delle prossime iniziative del raggruppamento;
  • aggiornamento della situazione sui servizi a Roma, condizioni lavorative e di qualità della attività erogate da noi operatrici e operatori;
  • preparazione del prossimo seminario autogestito su salute e sicurezza sul lavoro;
  • informazioni e preparazione giornata di lotta per 8 marzo 2017, con copertura di sciopero generale e “sociale”;
  • prima verifica di raccolta firme su petizione popolare per ripristino diritto allo studio per alunni-e con disabilità nelle scuole e contestuale ripristino presenza di Aec al momento del pasto, preparazione iniziative a Roma Capitale anche su mansionario Aec e questione riconoscimento figure e profili professionali, di ambito socio sanitario educativo-scolastico in ambito regione Lazio;
  • proposta e idea per la costruzione di un “video”…partecipato sul sociale;
  • varie ed eventuali.

 

SI RACCOMANDA LA PARTECIPAZIONE DAI POSTI DI LAVORO ALLA RIUNIONE PUBBLICA E DAI TERRITORI, ANCHE CON LA DIFFUSIONE DELL’APPUNTAMENTO del 6 FEBBRAIO, ANCHE DI SINGOLI-E LAVORATRICI E LAVORATORI NON ORGANIZZATI O NON SINDACALIZZATI.

Il raggruppamento operatrici e operatori sociali in lotta di Roma e le varie strutture, coordinamenti e comitati che ne fanno parte.

 

 

Riunione periodica. Operatori/trici Sociali.

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

RAGGRUPPAMENTO “OPERATORI-OPERATRICI SOCIALI IN LOTTA”

– Roma

COBAS LAVORO PRIVATO Viale Manzoni 55 Roma fax 06 77206060

e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

UNIONE SINDACALE ITALIANA USI Rsa-Rls Largo G. Veratti 25 fax 0677201444

e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. (anche Via Ostuni 9 piano rialzato – Piazza Gaetano Mosca 50)

CUB Confederazione Unitaria di Base Via Cavour 101 Roma fax 06 4828857

e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Associazione USICONS utenti e consumatori e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

A.L.A. (Assemblea lav. Accoglienza) e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Comitato Autorganizzato Difesa Lav. CAAT Campo Farnia 100

E mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Roma, 3 febbraio 2017

 

AVVISO DI RIUNIONE PUBBLICA

 

E’ CONVOCATA LA RIUNIONE PERIODICA DEL RAGGRUPPAMENTO OPERATRICI E OPERATORI SOCIALI IN LOTTA di Roma, per il giorno LUNEDI’ 6 FEBBRAIO 2017, dalle ore 20 (venti), presso sala riunioni di Viale Manzoni 55 (ospitati dai Cobas).

Ordine del giorno:

Preparazione e organizzazione delle prossime iniziative del raggruppamento;

 

  • aggiornamento della situazione sui servizi a Roma, condizioni lavorative e di qualità della attività erogate da noi operatrici e operatori; preparazione del prossimo seminario autogestito su salute e sicurezza sul lavoro: informazioni e preparazione giornata di lotta per 8 marzo 2017, con copertura di sciopero generale e “sociale”;
  • prima verifica di raccolta firme su petizione popolare per ripristino diritto allo studio per alunni-e con disabilità nelle scuole e contestuale ripristino presenza di Aec al momento del pasto, preparazione iniziative a Roma Capitale anche su mansionario Aec e questione riconoscimento figure e profili professionali, di ambito socio sanitario educativo-scolastico in ambito regione Lazio; proposta e idea per la costruzione di un “video”…partecipato sul sociale;
  • varie ed eventuali.

 

SI RACCOMANDA LA PARTECIPAZIONE DAI POSTI DI LAVORO ALLA RIUNIONE PUBBLICA E DAI TERRITORI, ANCHE CON LA DIFFUSIONE DELL’APPUNTAMENTO del 6 FEBBRAIO, ANCHE DI SINGOLI-E LAVORATRICI E LAVORATORI NON ORGANIZZATI O NON SINDACALIZZATI.

Il raggruppamento operatrici e operatori sociali in lotta di Roma e le varie strutture, coordinamenti e comitati che ne fanno parte.

 

   

ROMA MULTISERVIZI 1° FEBBRAIO 2017

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

LAVORATORI E LAVORATRICI

ROMA MULTISERVIZI

1° FEBBRAIO 2017


ORE 18 a Via Ostuni 9 (piano rialzato) alla CAMERA DEL LAVORO AUTORGANIZZATA
ROMA SUD EST.

Dopo le ore 20, cena sociale (per prenotazioni mandare e mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. )

ai lavoratori e alle lavoratrici della ROMA MULTISERVIZI iscritti all'USI e i simpatizzanti che credono nell'autorganizzazione e nell'azione diretta ...

MERCOLEDI' 1 FEBBRAIO 2017 ALLE ORE 18

Tutti convocati in riunione c/o la Camera del Lavoro autorganizzata Roma Sud Est, in Via Ostuni 9 (piano rialzato) - Quarticciolo

(tram 14 scendere capolinea Palmiro Togliatti - bus 451 da Metro A subaugusta o da metro B Ponte Mammolo).

Odg.:

sintesi della situazione (dopo la sentenza sulla GLOBAL SERVICE);

prossime iniziative di mobilitazione;

rafforzamento organizzativo interno;

varie ed eventuali.
A seguire cena sociale.


Promuove Unione Sindacale Italiana Usi

e Comitato difesa lav. Roma Multiservizi

 

 

Resoconto e sintesi incontro.

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Incontro con il Commissario Stefanori


Giovedì 19 gennaio si è svolto un incontro tra l’ Usi e le altre OO.SS con il nuovo Commissario della Farmacap, Avvocato Stefanori, che ricopre anche il ruolo di capo staff dell’assessore alle partecipate, Colomban. L'incontro ha avuto un esito moderatamente positivo per quanto affermato dal commissario che ha smentito quanto ventilato dal quotidiano "Il Messaggero", negando assolutamente la dismissione e l’eventuale privatizzazione dell’Azienda. Il commissario ha letto dei passaggi del documento di programmazione economica della giunta (D.U.P.), in cui non c’è traccia di dismissione ma dove viene previsto il rilancio aziendale.

Lo stesso ha evidenziato come il mantenimento dell'azienda pubblica sia possibile solo garantendo la continuità dei servizi sociali ed educativi e ha confermato un primo finanziamento per i servizi sociali di prossimità, pari a 600 mila euro, non escludendo, tuttavia, il reperimento di risorse aggiuntive che possono provenire da eventuali variazioni del bilancio comunale, sottolineando però che obiettivo dell'azienda dovrebbe essere quello di autofinanziarsi, reinvestendo gli utili. Rispetto a quanto affermato dal Commissario abbiamo sottolineato che in un momento come questo, in cui rimangono ancora non risolti contenziosi economici rilevanti (buoni pasto, una tantum, ecc.) è indispensabile che le risorse per i servizi sociali vengano finanziate per intero (1.300.000 euro).

Abbiamo esplicitamente richiesto lo sviluppo qualitativo dei servizi che deve, soprattutto per quanto riguarda il servizio sociale, prevedere investimenti adeguati e una messa in rete con i servizi sociali cittadini e municipali, evitando al contempo una diminuzione dell’organico dei lavoranti operanti negli stessi. Per quanto riguarda l’asilo nido, Stefanori ha ribadito che svolgerà tutte le azioni necessarie per ottenerne la riapertura nel più breve tempo possibile, criticando sia l’atto amministrativo del dirigente Saccotelli, sia l’atto con cui la Direzione aziendale ha chiesto l’annullamento della Convenzione, che prevedeva la gestione della società Dragona srl e la richiesta di proseguire con la gestione diretta. Il Commissario si è mostrato disponibile ad accogliere ogni proposta anche relativa al miglioramento dei servizi auspicando, quindi, il proseguimento del confronto.

Sui rapporti con la Direzione Generale, il commissario ha valutato positivamente l'azione economica della direzione affermando che rimarrà un rapporto fiduciario finché l'azione della stessa non si allontanerà dall’indirizzo politico che la Giunta propone. Sui rapporti con il Dipartimento Politiche Sociali e con l'assessora Baldassarre, il commissario ha osservato come siamo di fatto "fuori dai suoi radar" e come sia necessario, quindi, che l'assessorato inizi a considerare i nostri servizi come parte integrante di quelli esistenti sul territorio.

È stato sottolineato al commissario come l'azione di risanamento aziendale sia stata possibile soprattutto con i sacrifici dei lavoratori e lavoratrici, che hanno rinunciato a quote importanti di salario ed è quindi urgente e necessario che si preveda il risanamento di questa situazione. Un incontro moderatamente positivo che, se confermato, potrà rimettere sui giusti binari lo sviluppo aziendale, ma ci sono ancora azioni attese che la Giunta e il Consiglio devono produrre per garantire la serenità necessaria ai dipendenti.

RSA/RLS USI FARMACAP

USI LARGO G. VERATTI 25

00146 ROMA Fax06/7720144

e-mail  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

sito nazionale www.unionesindacaleitaliana.eu

GENNAIO 2017

 

   

Pagina 4 di 41