Sede Roma

00146 Roma.

Largo G. Veratti, 25.

Tel 06 70 45 19 81

Fax 06 77 20 14 44

E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

www.unionesindacaleitaliana.blogspot.com

www.usistoriaememoria.blogspot.com

X IL 20 GIUGNO

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

7 giugno 2017 a Roma

operatrici-operatori sociali in lotta

A CURA DEL RAGGRUPPAMENTO OP. SOCIALI IN LOTTA DI ROMA

(con Cobas, Cub, Usi, Usicons)

Si è svolta a Roma la riunione convocata dal raggruppamento “operatrici-operatori sociali in lotta” di Roma, per il 7 giugno 2017, presso i locali della Camera del Lavoro Autorganizzata Roma sud est di via Ostuni 9.

Riunione molto animata, partecipata di lavoratrici e lavoratori che hanno riempito la sala riunioni della struttura territoriale autorganizzata(ndr al 14° anno di attività) e provenienti da settori e cooperative-enti diversi, della variegata gamma dei servizi e attività esternalizzate per conto di pubbliche amministrazioni.

Sono state date notizie e informazioni sulla legge Minniti Orlando (legge 46 2017) e si è formalizzata da parte del raggruppamento, la campagna cittadina di sensibilizzazione e informazione, anche per quanto riguarda l’altro provvedimento relativo al decreto, convertito in legge anch’esso ad aprile del 2017, su decoro e sicurezza urbana”, anche con il collegamento con le attività e il lavoro svolto sui territori, nei quartieri popolari della città, di chi lavora nel terzo settore.

Si sono visti e discussi i vari aspetti della delibera di iniziativa consiliare e del regolamento, che sarà posto in votazione a fine giugno al Campidoglio dall’assemblea capitolina (iniziativa di consiglieri di maggioranza del M5S), per la figura dell’Aec (chi lavora nel settore dell’assistenza ad alunni-e delle scuole comunali e statali, con disabilità fisiche, sensoriali, disagi psichici), con la elaborazione di alcuni rilievi e proposte di integrazione al testo, dopo un intervento durato molti mesi da parte del raggruppamento cittadino e delle strutture sindacali che lo sostengono (Cub, Cobas, Usi), che saranno formalmente inoltrati nei prossimi giorni, secondo lo schema e modulistica richiesto da consiglieri e assessori che hanno fatto parte dei tavoli tecnici.

Si è fatta una verifica sui criteri e meccanismi da far introdurre in modo sistematico, da parte delle Pubbliche Amministrazioni (in primis Roma Capitale, ma anche Asl, Regione, Università, scuole…) per quanto riguarda appalti e bandi di gara, una questione che è costantemente tra le iniziative del raggruppamento, è stata nei vari interventi fatta una panoramica di cosa succede nei vari settori e servizi, anche di chi lavora in altri Comuni della città metropolitana, presenti alla riunione.

Sono stati visti alcuni aspetti relativi a singoli appalti (Case di Riposo, assistenza nelle scuole, servizi socio sanitari, anche per la richiesta di impiego di operatrici e operatori per la “somministrazione di farmaci” o di mansioni e rilevazioni richieste dal Comune delle attività svolte quotidianamente dal personale), le vicende su situazioni di personale impiegato con contratti a tempo determinato in servizi territoriali.

E’ stato discusso e aggiornato lo stato del rinnovo (che ancora non c’è) del CCNL Cooperative Sociali e dell’impatto negativo che tale fatto, si ripercuote nei cambi di appalto, nell’aumento di mansioni e carichi di lavoro richiesti dalle Pubbliche Amministrazioni, nella parte salariale rimasta alle tabelle del maggio 2013, di inquadramenti, livelli e profili professionali che non corrispondono più (l’articolo 47 del CCNL è del 1995…) alle reali esigenze e al tipo di lavoro e funzioni svolte da chi lavora nei servizi pubblici, strategici e rilevanti, esternalizzati a cooperative ed enti onlus.

Si è formalizzata la necessità di fare un percorso continuo e coordinato tra le varie situazioni, con la preparazione e messa in cantiere di presidio con “social corner” (microfono aperto e interventi), il 20 giugno 2017 (fascia oraria 12 – 15) all’Assessorato alle Politiche Sociali, della Salute e Sussidiarietà (l’Assessora ha anche la delega al settore educativo e scolastico, a proposito di Aec), a viale Manzoni 16, anche come contributo all’interno delle mobilitazioni nella “giornata mondiale del rifugiato”.

LE OPERATRICI E GLI OPERATORI,

X IL 20 GIUGNO DEVONO

COLLEGARSI AL COORDINAMENTO-RAGGRUPPAMENTO

AUTORGANIZZATO CITTADINO.

 

 

RIUNIONE OPERATRICI E OPERATORI SOCIALI

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

7 GIUGNO 2017 ORE 20

RIUNIONE OPERATRICI E OPERATORI SOCIALI che lavorano

negli APPALTI SUL TERRITORIO DI ROMA E PROVINCIA

riunione presso Camera del Lavoro Autorganizzata Roma sud  est

a VIA OSTUNI 9 (piano rialzato sotto il portico) Quarticciolo

 

Ordine del giorno:

Preparazione prossima mobilitazione per il 20 giugno 2017 (presidio All’Assessorato e Dipartimento Politiche Sociali di Roma Capitale), è ora di rifarci sentire e vedere, per evitare che si prendano decisioni sulle nostre condizioni di lavoro, salariali, occupazionali che possano diventare penalizzanti, in tutti i servizi e funzioni dove sono utilizzati-e operatori e operatrici sociali. Attiviamoci con la lotta per il CCNL Coop. Sociali, scaduto da 4 anni, promuovendo iniziative locali coordinate a livello nazionale.

Aggiornamento sugli appalti e applicazione clausole di salvaguardia, verifica dopo interventi fatti con istituzioni, su regolamento AEC Roma Capitale (di prossima votazione in Assemblea Capitolina) e informazioni e documenti su legge 46/2017 e 48/2017 (già decreti Minniti Orlando si immigrazione-accoglienza e decoro urbano e sicurezza), prepariamo la campagna di sensibilizzazione cittadina e coordiniamola a livello nazionale.

Riprendiamo la parola e la messa in cantiere dei prossimi seminari autogestiti di in-formazione, su salute e sicurezza, contratto di lavoro e tutele per diffondere cultura e pratica di AUTODIFESA COLLETTIVA.

Diamo sviluppo e consolidamento, per una rete – coordinamento nazionale di operatori e operatrici sociali, dopo l’assemblea autoconvocata nazionale dell’8 aprile.

E’ IMPORTANTE CHE DAI POSTI DI LAVORO E DAI TERRITORI, SI PARTECIPI ALLA RIUNIONE DEL 7 GIUGNO, LE INIZIATIVE DI TUTELA NON SI FANNO…DA SOLE…Serve la partecipazione di tutti e tutte.

Raggruppamento Operatrici e Operatori sociali in lotta di Roma:

COBAS LAVORO PRIVATO Viale Manzoni 55 Roma fax 06 77206060

e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

UNIONE SINDACALE ITALIANA USI Largo G. Veratti 25 fax 0677201444

e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

CUB Confederazione Unitaria di Base Via Cavour 101 Roma fax 06 4828857

e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Associazione USICONS utenti e consumatori e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

A.L.A. (Assemblea lav. Accoglienza) e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Comitato Autorganizzato Lav. C.A.A.T. Campo Farnia 100  e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 

FARMACAP. ACCORDI E PREOCCUPAZIONI

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

ACCORDI E PREOCCUPAZIONI

Il 29 maggio 2017,  si è tenuto un nuovo incontro con il Commissario Avv. Stefanori, il Direttore generale Dott. Cozzolino, e tutte le OO.SS. A conferma delle preoccupazioni che abbiamo già espresso sul futuro dell’azienda, Stefanori ha aperto l’incontro comunicando che:

per il superamento della delibera n.13, 23 Marzo 2015, che prevede la dismissione dell’Azienda, si sono manifestate resistenze da parte del segretariato generale del Comune, che considera quella delibera come parte del piano di rientro stipulato da Roma Capitale con il MEF (ministero dell’economia);

il percorso del DDL sulla concorrenza (che prevede una radicale modifica dell’assetto proprietario del settore farmaceutico in Italia e la possibilità da parte delle società per azioni di possedere, direttamente o indirettamente, fino al 20% degli esercizi su base regionale) procede spedito in Parlamento e si sono già manifestati interessamenti da parte di soggetti privati all’acquisto dell’Azienda.

Ci aspettiamo, in concomitanza o dopo l’approvazione del DDL sulla concorrenza, la ripresa di una campagna di stampa denigratoria sulla Farmacap. Da questo punto di vista è fondamentale monitorare l’andamento economico dell’azienda per il 2017. Come Usi riteniamo che la Giunta e il Consiglio comunale debbano procedere celermente all’approvazione di un dispositivo che metta in parziale sicurezza l’Azienda. Siamo pronti alla mobilitazione, come sempre, in difesa dell’Azienda speciale, dei nostri diritti di lavoratori e lavoratrici, dei servizi pubblici che eroghiamo.

Nell’incontro si è affrontata la questione dell’armonizzazione contrattuale, cioè del definitivo passaggio al CCNL Assofarm di chi oggi è contrattualizzato con il CCNL Multiservizi (10 lavoratori) e il CCNL Cooperative sociali (22). Si mette fine, finalmente, a 15 anni di divisione contrattuale e si rafforza l’unicità dell’Azienda. L’accordo (in scrittura), prevede il passaggio a fine Settembre 2017.

Per l’asilo nido Stefanori ha comunicato il consenso, da parte dell’Assessora Baldassarre, a riaprirlo, ma non come nido aziendale (ndr quindi come nido convenzionato). Per il settore farmaceutico l’azienda sta procedendo al reclutamento di personale attraverso il Centro per l’impiego e l’ordine dei farmacisti per la copertura del periodo estivo. Successivamente verrà fatto un concorso per le assunzioni di farmaciste/i.

La stipula dell’accordo verrà fatta il 22 Giugno sia sull’armonizzazione contrattuale che su quanto definito nella riunione del 17 maggio (erogazione di una tantum a fine Giugno 2017 e degli arretrati contrattuali in due rate, a Settembre e Novembre 2017). Il 22 Giugno è messa all’ordine del giorno la questione della reintroduzione in via ordinaria dei buono pasto e dell’assistenza sanitaria integrativa.

RSA/RLS USI FARMACAP

USI Largo G. Veratti, 25 00146, Roma fax 06/77201444,

mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ,

www.unionesindacaleitaliana.eu

www.usiait.it

Roma 30 Maggio  2017

 

   

Farmacap. Decisivo passo avanti!

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Un secondo e decisivo passo avanti!

 

Il 16 maggio 2017 si è tenuta una Commissione politiche sociali su Farmacap, richiesta con urgenza dall’Usi, per i nuovi pericoli di privatizzazione che incombono. L’approvazione in Senato (dovrà tornare alla Camera) del Disegno di legge sulla concorrenza (per il settore farmaceutico prevede la soppressione del limite numerico attuale nella titolarità delle farmacie e l’inclusione delle società di capitali nella proprietà, fino ad un massimo del 20% degli esercizi regionali), e quanto previsto nella delibera n.13, approvata il 23 marzo 2015, dall’Assemblea Capitolina che prevede la dismissione dell’azienda e la sua trasformazione in società di capitali sono due fatti che, se presi insieme, rappresentano un pericolo imminente. In Commissione sono stati invitati ed ascoltati il Commissario straordinario dell’Azienda, Avv. Stefanori e il Direttore Generale, Dott. Cozzolino che hanno presentato un miglioramento della situazione finanziaria dell’Azienda e illustrato le azioni riorganizzative fin qui prodotte (in tutti i settori) e lo sviluppo dei rapporti istituzionali con il Dipartimento V e i municipi.

Come Rsa USI abbiamo ribadito con forza ai consiglieri presenti la necessità di mettere in sicurezza la Farmacap (mantenimento dell’azienda speciale) abolendo o superando la delibera del 2015, almeno nelle parti che riguardano l’Azienda.

Il 17 maggio si è tenuto invece il tavolo tecnico tra le OO.SS e l’Azienda come previsto dall’accordo sindacale del 10 aprile. L’Azienda ha presentato un miglioramento della situazione finanziaria e un incremento della liquidità disponibile. Di seguito i punti fondamentali:

· Verrà erogata l’una tantum (318.000 euro) per il CCNL Assofarm nella busta paga di giugno 2017, che sarà soggetta a tassazione separata e quindi non rientrerà nella composizione del reddito complessivo annuale, evitando sforamenti della soglia (24/26.000 euro) prevista dal cosiddetto “bonus Renzi” di 80 euro e la restituzione parziale o totale delle somme a fine anno.

· Verrà erogata, in due rate di uguale importo, l’intera somma corrispondente agli arretrati contrattuali CCNL Assofarm (650.000 euro) a Settembre e Novembre 2017.

Il tavolo tecnico si riconvocherà il 29 maggio sui seguenti punti:

· "La disciplina e l'avvio per chi lavora in Farmacap, con i CCNL Cooperative Sociali e Pulizie Multiservizi, delle procedure di armonizzazione per il passaggio contrattuale all'applicazione del CCNL Assofarm"

· L’eventuale stipula di un “accordo transattivo” per gli arretrati dei buoni pasto e la definizione di un nuovo accordo per l’erogazione ordinaria degli stessi;

· Le questioni inerenti il cosiddetto “welfare aziendale” (Cassa Assistenza Sanitaria).

Come Usi riteniamo che questo ulteriore passaggio di restituzione ai lavoratori di quanto spettante è un passo decisivo per sanare una situazione ormai protrattasi troppo a lungo. Oggi si concretizza l’Accordo del 10 aprile e si sta portando a conclusione il percorso iniziato con l’accordo del 12 ottobre 2016 che ha invece previsto il progressivo riallineamento del CCNL Assofarm, terminato nel mese di aprile 2017. Di fondamentale importanza quanto affermato dal Commissario a fine riunione che nell’Assemblea capitolina si sta predisponendo il necessario passaggio istituzionale al superamento della delibera di dismissione della Farmacap, secondo quanto richiesto ripetutamente in questi due anni dai lavoratori e dalle organizzazioni sindacali. Se fosse confermato sarebbe un risultato di grande rilevanza. Una cosa è certa: se siamo giunti sin qui lo dobbiamo soprattutto, come lavoratori, alla nostra tenacia, partecipazione e al nostro impegno professionale ma anche allo straordinario sostegno degli utenti dei nostri servizi.

RSA/RLS USI FARMACAP

USI Largo G.Veratti, 25

00146, Roma

fax 06/77201444

mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

www.unionesindacaleitaliana.eu

www usiait.it

Maggio 2017

 

 

FARMACAP INFORMA 8 maggio 2017

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Resoconto incontro sindacale  8 maggio 2017

OO.SS./Rsa Farmacap

 

L’8 maggio 2017 si è un tenuto un incontro tra le OO.SS., le Rsa interne e i vertici aziendali, il Commissario Avv. Stefanori e il Direttore Generale Dott. Cozzolino. Di seguito le questioni affrontate per settore, premettendo che l’Azienda dichiara di essere in una fase di riorganizzazione delle risorse interne.

FARMACIE: Aprirà una nuova farmacia a Bufalotta/Casal Boccone. Abbiamo chiesto di fare uno sforzo organizzativo per evitare turni di lavoro in completa solitudine, nel periodo estivo.  L’Azienda vuole procedere all’assunzione di venti farmacisti, (con la necessaria richiesta d’autorizzazione al comune), dieci a tempo indeterminato (concorso pubblico) e dieci a tempo determinato (centro per l’impiego), a maggiore copertura del periodo estivo. Per i periodi di chiusura estiva, rimarranno aperte 3 farmacie (Casalotti, Torraccio di Torrenova e Castel Fusano) mentre le altre andranno da un minimo di 5 giorni a un massimo di tre settimane di chiusura.

Abbiamo chiesto che sia riconosciuto il livello contrattuale a quei Direttori di farmacia che hanno svolto tale funzione ben oltre i tre mesi necessari per legge.

SERVIZIO SOCIALE: anche per il sociale si prospetta una novità rilevante. Il Dipartimento sembra intenzionato a concretizzare il progetto HOME CARE PREMIUM, (INPDAP/INPS), per anziani fragili, con un finanziamento di 700.000 euro, che si aggiungerebbero ai 600.000 previsti e ai 900.000 inseriti nel fondo di passività potenziali del Comune. La Farmacap dovrebbe assumere 10/12 lavoratori a tempo determinato per tutto il periodo del progetto (18 mesi). Al momento non è chiaro quale sarà lo strumento giuridico che regolerà il rapporto tra Dipartimento e Farmacap, né come questo progetto possa trovare sinergie con l’attuale servizio di prossimità, né le caratteristiche esecutive del progetto che dovrà essere svolto da soggetti privati (cooperative sociali). L’obiettivo dichiarato dall’azienda è quello di incrementare le prestazioni al pubblico. E’ stata aperta la procedura di selezione interna per la figura di coordinatore del servizio e del vicario, con scadenza sabato 13 maggio. Come Usi, per queste figure, abbiano chiesto che venga discusso e riconosciuto un adeguato riconoscimento contrattuale per la nuova mansione.

AMMINISTRAZIONE: L’azienda ritiene che vi sia un numero di lavoratori superiore alle esigenze attuali e chiederà delle disponibilità per altri servizi.

RECUP: Dato che il Dipartimento politiche sociali e della salute sta continuando a fare controlli negli sportelli sociali, abbiamo chiesto che l’Azienda trovi rapidamente, anche su base volontaria, altri lavoratori che svolgano tale servizio e che le educatrici dell’asilo nido dell’azienda, attualmente ricollocate nelle farmacie con mansioni da magazziniere, siano tra questi. L’azienda non ha avuto nulla da obiettare.

ACCORDO ECONOMICO: per la definizione della tempistica dell’erogazione dei 560.000 euro, come previsto dall’accordo, si riunirà un tavolo tecnico il 17 maggio.

ASILO NIDO: non ci sono novità, tranne quella che il Commissario sta cercando di far riconoscere l’asilo dell’azienda come pubblico e non convenzionato.

PASSAGGI ISTITUZIONALI: Abbiamo chiesto al Commissario se vi sono novità rispetto al superamento della delibera del 23 Marzo 2015, che prevedeva la dismissione dell’Azienda, vista l’approvazione in Senato del DDL sulla concorrenza che cambia radicalmente gli assetti proprietari nel settore farmaceutico in Italia (abolizione del limite numerico sulla titolarità delle farmacie e l’inclusione delle società di capitali-sotto un tetto massimo- tra i possibili titolari).

Ci sarà una Commissione politiche sociali il 16 maggio su Farmacap (sempre su nostro impulso e intervento).

 

RSA/RLS USI FARMACAP

USI Largo G.Veratti, 2500146Roma fax 06/77201444 sportello lavoro LUNEDI’ ore 17.30 19.30

mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ,

www.unionesindacaleitaliana.eu

www.usiait.it

Roma 10 Maggio 2017

 

   

Pagina 4 di 45