Sede Roma

00146 Roma.

Largo G. Veratti, 25.

Tel 06 70 45 19 81

Fax 06 77 20 14 44

E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

www.unionesindacaleitaliana.blogspot.com

www.usistoriaememoria.blogspot.com

Ancora morti per il lavoro.

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Rimini 3 Dicembre 2010:

LA FIERA DI QUALE GIUSTIZIA LA FIERA DI QUALE SICUREZZA.

Da una pa rte la giustizia e la sicurezza dei “pre-potenti”, dei padroni dell’economia e della scuola pronti a sfruttare risorse umane e ambientali, a difendere i propri privilegi e le proprie proprietà, con le armi, le galere, la persecuzione e la psichiatria.

Dall’altra chi per sicurezza intende “il senso di sicurezza”, la sicurezza sul posto di lavoro (l’ultima settimana è morto un muratore albanese a Ravenna e un pescatore a Rimini), la sicurezza di una pensione dignitosa, la sicurezza di potersi curare e di avere un tetto sulla testa e soldi per mangiare e riscaldarsi. Il senso di sicurezza di stare insieme tra uguali che non ti vogliono sfruttare usare o  fregare.

Leggi tutto: Ancora morti per il lavoro.

 

Vile Aggressione al CS Banchi Nuovi. Solidarietà USI - AIT

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Vile attacco squadristico al Centro sociale Banchi Nuovi

Dopo vari episodi di piccoli saccheggi il Centro sociale Banchi Nuovi ha subito la notte scorsa un vero e proprio assalto squadristico che ha portato alla distruzione di suppellettili, accanendosi soprattutto contro manifesti, mostre e striscioni esposti lungo le mura dello stesso centro sociale.
Alcune aree della struttura occupata si sono salvate dagli atti di vandalismo solo perché gli ingressi erano chiusi con porte in ferro difficili da forzare.
Una aggressione di chiara matrice politica che anche negli obiettivi scelti mira a colpire simbolicamente la storia del movimento Banchi Nuovi e quello che esso ha rappresentato per la storia di questa città e non solo.
“Stranamente” infatti, sono stati danneggiati prevalentemente manifesti ed immagini che facevano riferimento alle vicende storiche della lunga esperienza dei disoccupati organizzati che si è espresso attraverso la sigla Banchi Nuovi.

Leggi tutto: Vile Aggressione al CS Banchi Nuovi. Solidarietà USI - AIT

 

Iniziativa A Roma su Collegato Lavoro.

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Un attacco devastante ai diritti dei lavoratori e delle lavoratrici

Approvata il 19 Ottobre la Proposta di Legge “Collegato Lavoro” ora DDL 1441-quater

A cura del Servizio controversie di lavoro p. Impiego e Privato e assistenza legale della

UNIONE SINDACALE ITALIANA USI AIT info Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Il Disegno di Legge “Collegato Lavoro garantisce nuove tutele per le aziende ai danni dei lavoratori e delle lavoratrici, sia per i pubblici dipendenti sia per chi lavora nel privato: più difficile vincere cause di lavoro, impugnare licenziamenti ingiusti, ottenere giusti risarcimenti. Particolarmente garantite le aziende che fanno ricorso massiccio allo sfruttamento del lavoro precario.

Diventerebbe legge la possibilità di derogare ai CCNL, “certificando”, tramite commissioni provinciali, i contratti individuali contenenti clausole peggiorative. E’ limitata la possibilità del giudice di intervento nel merito delle controversie, con una giurisdizione del giudice limitata alla legittimità e si incentiva il ricorso all’arbitrato.

Queste le novità salienti, con il primo commento degli effetti, in attesa di elaborare una versione più completa.

Certificazione dei contratti e arbitrato (art. 30 e seguenti) MODIFICA dell’art. 75 e seguenti del D. L.vo 276/2003 (decreto attuativo legge 30/2003) CLAUSOLE GENERALI DI CERTIFICAZIONE DEI RAPPORTI DI LAVORO. E’ introdotta la possibilità, che diventerà la pratica ordinaria, di assumere il personale, quindi lavoratori  e lavoratrici, con la previa sottoscrizione, di un contratto individuale “certificato”, dove si certifica la “libera volontà” del lavoratore di accettare deroghe peggiorative a norme di legge e di contratto collettivo. In pratica, è un atto con il quale il lavoratore rinuncia preventivamente, in caso di controversia o licenziamento, ad andare davanti al magistrato (rinunciando alla piena tutela delle leggi): in questo caso, il giudice viene sostituito da un collegio arbitrale che può decidere a prescindere dalle leggi e dai contratti collettivi; massima discrezionalità, da parte del collegio arbitrale, nei casi di vertenza per i lavoratori o le lavoratrici assunti con contratti precari e atipici (determinati, co.co.pro.…).

Leggi tutto: Iniziativa A Roma su Collegato Lavoro.

   

USI-Scuola. Proclamazione Sciopero. 17 novembre 2010

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

UNIONE SINDACALE ITALIANA – USI AIT SCUOLA -

Sindacato Nazionale Autorganizzato dei Lavoratori della Scuola - Segreteria Nazionale
ROMA LARGO VERATTI 25 00146 – FAX 06/77201444 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
MILANO VIA ISONZO 10 20135 – TEL. 02/54107087 – FAX 02/54107095 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
UDINE VIA VAL D’AUPA 2 -33100 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. tel/fax 0432 050060

Al M.I.U.R. – Uff. Gabinetto e Relaz sindacali fax 0658492110 - 2716
Al Presidente della Comm. di Garanzia Ex L. 146/90 e s.m.i. Fax 0667796408 - 10
Alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Coord. amm.vo fax 0667796623
Alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dip. Funz. Pubblica
(c.a. Dirigente responsabile servizio) fax 0668997205 - 7064
Al Ministero del Lavoro – fax 0646834023
Loro sedi

Roma, 22 ottobre 2010

Oggetto: Proclamazione SCIOPERO di una intera giornata per il 17 novembre (dato l'esito negativo del tentativo di conciliazione il 22 settembre e la proclamazione di un primo sciopero l’8 ottobre per la stessa vertenza e con la stessa piattaforma) per tutto il personale a tempo indeterminato e determinato o con contratti atipici, anche di co.co.co, DOCENTE o ATA impiegati presso il MIUR, nelle scuole e Istituti o nei servizi esternalizzati ai sensi della L. 146/90 e del D.Lgs. 83/2000.

Questa O.S. proclama lo sciopero di una intera giornata per il 17 novembre nel comparto scuola, come indicato in oggetto, visto l'esito negativo del tentativo di conciliazione, sulla seguente Piattaforma:

Leggi tutto: USI-Scuola. Proclamazione Sciopero. 17 novembre 2010

 

CONTRO IL NUOVO PATTO SOCIALE.

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

L'USI di Roma ha dato la sua adesione

Oggetto: Appuntamento Manifestazione 16 ottobre - comunicato

Appuntamento Manifestazione 16 ottobre – comunicato pubblicata da Coordinamento Lavoratori Autoconvocati il giorno mercoledì 13 ottobre 2010 alle ore 16.00.Noi quelli della fabbriche occupate, noi quelli che solidarizzano con gli operai che tirano le uova, noi quelli che non si accordano per rinunciare al diritto di sciopero, noi che non deroghiamo ai diritti dei lavoratori, alle leggi sulla sicurezza, ai CCNL.

Noi che vogliamo uno SCIOPERO UNITARIO GENERALE che si opponga alla crisi e alle soluzioni padronali puntate solo al nostro ulteriore sfruttamento.

Noi RSU/Rls, comitati e coordinamenti di lotta, lavoratori e lavoratrici che si autoconvocano per costruire un movimento conflittuale, vogliamo portare con forza all'interno della manifestazione dei metalmeccanici del 16 ottobre la proposta di unità trasversale alle sigle sindacali, volta ad una opposizione concreta alla crisi e non solo formale, denunciando la grave mancanza di un appuntamento generale per tutti i lavoratori e lavoratrici che blocchi effettivamente il paese, come già è successi in altri paesi a noi vicini.

CONTRO IL NUOVO PATTO SOCIALE SCIOPERO UNITARIO GENERALE sarà la parola d'ordine da portare dentro la manifestazione, più saremo dietro a questa parola d'ordine più forte sarà l'urlo di dissenso per chi vuole procedere in direzione contraria e tentenna per avviare un nuovo percorso di lotta basato sulle necessità e condizioni dei lavoratori anziché su logiche burocratiche e di segreteria.

Appuntamento ore 13 Via Cavour - Angolo Stazione Termini Lavoratori Autoconvocati Uniti contro la crisi..

   

Pagina 41 di 43