Sede Roma

00146 Roma.

Largo G. Veratti, 25.

Tel 06 70 45 19 81

Fax 06 77 20 14 44

E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

www.unionesindacaleitaliana.blogspot.com

www.usistoriaememoria.blogspot.com

Solidarietà agli Occupanti del TEATRO VALLE

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Solidarietà agli Occupanti del TEATRO VALLE e ai Lavoratori dello Spettacolo e Arte dall’Unione Sindacale Italiana

La segreteria dell'Unione Sindacale Italiana USI, antico sindacato fondato nel 1912, ancora presente nelle lotte e a sostegno di chi produce conflitto sociale e difesa del patrimonio culturale e sociale da privatizzazioni e mercificazione del sapere, della cultura e dell'arte, in  nome del profitto e non della crescita sociale e collettiva,  esprime la propria solidarietà e sostegno alle - agli occupanti del Teatro Valle, nonché alle lavoratrici e lavoratori dello spettacolo, della cultura e dell'arte, che si stanno impegnando con questa azione, per contrastare le scelte dell'attuale governo, di taglio del F.U.S., delle scelte di rendere tutto il settore (compreso quello cinematografico e teatrale in genere) preda di precarietà, scarsi finanziamenti, distruzione del patrimonio pubblico e tendenziale dequalificazione delle produzioni e delle attività, in un settore che in passato ha dato vita a produzioni di qualità, con alti livelli di professionalità, anche con sperimentazioni e innovazioni, che hanno dato lustro alla cultura del nostro Paese e la voglia di continuare a lavorare con serietà e capacità.

Leggi tutto: Solidarietà agli Occupanti del TEATRO VALLE

 

Coordinamento Nazionale. Cooperative Sociali.

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

INVITO A PARTECIPARE ALLA RIUNIONE PER IL COORDINAMENTO NAZIONALE DI LAVORATRICI E LAVORATORI DI COOPERATIVE SOCIALI, ENTI DEL TERZO SETTORE E ASSOCIAZIONI ONLUS

ROMA 25 GIUGNO 2011 dalle ore 11

c/o il LABORATORIO SOCIALE "LA TALPA"

Piazza del Quarticciolo – angolo via Ostuni 7-9

  • SVILUPPIAMO AUTORGANIZZAZIONE,
  • COLLEGAMENTO TRA SITUAZIONI DAL BASSO,
  • INFORMAZIONE E CONFLITTO

Ordine del giorno di massima:Resoconto dalle situazioni locali

  • Rafforzamento e radicamento del coordinamento nazionale
  • Verifica ed eventuale integrazione della piattaforma comune
  • Proposte per mobilitazioni locali coordinate a livello nazionale e di iniziative a livello nazionale da costruire nei prossimi mesi

Varie ed eventuali

Leggi tutto: Coordinamento Nazionale. Cooperative Sociali.

 

Roma. 7 giugno Assemblea in Piazza SS Apostoli.

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

RESOCONTO ASSEMBLEA USI 7 GIUGNO 2011 e incontro con Ruberti.
Comunicato sindacale - per affissione ai sensi dell'art. 25 L.300/70

Cari colleghi e colleghe, l’assemblea USI del 7 giugno u.s., svoltasi, con modalità inconsuete, in piazza SS. Apostoli, ha dato i suoi frutti: alle 15.30 una delegazione di lavoratori, compresa me in qualità di RSU/USI, è stata ricevuta dal dr. Ruberti accompagnato dalla dr.ssa Rubino. I punti su cui sono stati chiesti chiarimenti sono quelli che stavamo discutendo in assemblea. Primo su tutti il ritardo con cui sono stati accreditati gli stipendi.

La risposta del dr. Ruberti è stata in linea con la comunicazione inviata il 30 maggio: la responsabilità è da attribuire al famoso “inconveniente tecnico” dell’Istituto Bancario di riferimento. A tal proposito, sollecitato più volte, il dr. Ruberti, si è limitato a comunicare che l’Istituto in questione è la BNL. Non ha voluto precisare, come richiesto anche per iscritto, i nominativi dei responsabili e l’agenzia di riferimento. La riposta dell’USI è che queste informazioni dovranno essere fornite secondo la Legge 241/90…ed insisteremo, rispettando le tempistiche indicate dalle normative prima di procedere con eventuali denunce.

Leggi tutto: Roma. 7 giugno Assemblea in Piazza SS Apostoli.

   

Roma. 14 giugno. Farmacap. No ai 64 Licenziamenti!

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Le parole non bastano, servono i fatti !

Resoconto della giornata di mobilitazione del 7 Giugno 2011 – lavoratrici e lavoratori dell’Azienda Speciale Comunale FARMACAP – Roma comunicato sindacale radio stampa del 9/6/2011

14 GIUGNO DALLE 10 ALLE 14 ASSEMBLEA SINDACALE CON PRESIDIO A VIALE MANZONI 16 – Assessorato Politiche Sociali di Roma Capitale.

L’assemblea sindacale che, come lavoratori e lavoratrici ed OO.SS. della Farmacap, abbiamo organizzato il 7 Giugno 2011 davanti all’Assessorato alle politiche sociali, rappresenta un nuovo inizio di un percorso di lotta comune (farmacisti, amministrativi, educatrici, sociale) che continuerà finchè non saranno ritirate le procedure di licenziamento collettivo per 64 dipendenti, attivate il 30 maggio e già oggetto di intervento di tutte le OO.SS. presenti e trattanti in azienda (Cgil - Filcams, Cisl - Fisascat, Unione Sindacale Italiana Usi, Uil) e saranno assegnati alla Farmacap in modo permanente e stabile, i servizi di cui attualmente dispone o altri eventuali.

Il fatto che la commissione politiche sociali, tenutasi la mattina del 7 giugno nella stessa sede assessorile, si sia tenuta “a porte chiuse”, senza ascoltare e sentire la voce dei lavoratori/ci minacciati da licenziamento, oltre ad essere una vergogna, è un segno di grande confusione e incertezza da parte dell’attuale maggioranza capitolina.

Leggi tutto: Roma. 14 giugno. Farmacap. No ai 64 Licenziamenti!

 

Roma. 24.06.11. Ore 17.00. Circolo Durruti.

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Venerdì 24 giugno ore 17 al Laboratorio sociale La talpa

In Piazza del Quarticciolo
Il circolo anarchico B. Durruti di Roma organizza.
Assemblea - dibattito
Verità di fede e verità di ragione nel pensiero antagonista.
Il pensiero dogmatico e il pensiero critico sono in costante opposizione tra loro:

Assumono nuove forme, si sostanziano di nuovi contenuti, ma sempre e da sempre si affrontano per stabilire la supremazia di uno sull'altro. Anche nel pensiero antagonista, fede e ragione esercitano il loro potere attrattivo. Per questo, è necessario sottoporre periodicamente a revisione il nostro patrimonio ideale, per verificare quanto è ancora sostenibile alla luce della ragione e come, e quanto invece è ormai, senza che neanche ce ne accorgessimo, scivolato nel dominio del dogma, non ha più validità ma continua ad essere sostenuto quasi per forza di inerzia.

A seguire cena sociale e proiezioni
   

Pagina 42 di 49