Sede Roma

00146 Roma.

Largo G. Veratti, 25.

Tel 06 70 45 19 81

Fax 06 77 20 14 44

E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

www.unionesindacaleitaliana.blogspot.com

www.usistoriaememoria.blogspot.com

DONNE IN BILICO

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

DONNE IN BILICO (in piazza a Roma il 21.12.10)

TRA UN PRESENTE DA PRECARIE E UN FUTURO DA DISOCCUPATE 112 LAVORATORI DEI CANILI COMUNALI DI CUI 75 DONNE DA OLTRE DUE ANNI SONO OSTAGGIO DELLA INCAPACITA’ E DELLA IRRESPONSABILITA’ DELL’ AMMINISTRAZIONE COMUNALE CHE NON RIESCE A DARE RISPOSTE E CERTEZZE.

LE PROPOSTE FATTE DAL COMUNE DI ROMA PER RISOLVERE “IL PROBLEMA” SONO STATE:
CO.CO.PRO, CONTRATTI A PROGETTO RIDUZIONE DELLE ORE LAVORATIVE CON CONSEGUENTE DIMINUIZIONE SALARIALE, TAGLI PESANTI DEL PERSONALE LICENZIAMENTI COLLETTIVI.

NOI COME DONNE E COME MADRI NON INTENDIAMO RESTARE IMMOBILI MENTRE ALTRI DECIDONO PER NOI IN MANIERA SCELLERATA.

CHIEDIAMO A QUESTA AMMINISTRAZIONE COMUNALE E REGIONALE RISPOSTE CERTE PER UNA STABILITA’ OCCUPAZIONALE, PER DARE UN FUTURO AI NOSTRI FIGLI.

LA NOSTRA VITA E QUELLA DEI NOSTRI FIGLI NON E’ E NON SARA’ MAI IN SVENDITA

RITORNO AL PASSATO
Da circa due anni in mezzo lo scenario che si prospetta per il futuro dei canili comunali è molto incerto.
Inizialmente si era parlato di un bando europeo (aperto al profit e non); ora addirittura si parla di un affidamento diretto della gestione dei canili comunali all’ASL Roma D, che avrà in convenzione la gestione di tutti i servizi.
Una scelta di comodo, soprattutto una scelta che ci riporta indietro di più di dieci anni. Infatti come ai tempi di Porta Portese (canile comunale gestito dall’ASL negli anni ‘90).
Si rischia di ritornare alle “soppressioni facili” per la mancanza di fondi e la negligenza di alcuni dirigenti veterinari che avevano poco a cuore il BENESSERE DEGLI ANIMALI.

Leggi tutto: DONNE IN BILICO

 

Roma: MOBILITAZIONE DEL 2 DICEMBRE 2010

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

 

RESOCONTO INIZIATIVE DI MOBILITAZIONE DEL 2 DICEMBRE 2010

AL MUNICIPIO VI DI ROMA CAPITALE E AL CAMPIDOGLIO

A cura dell’Unione Sindacale Italiana Usi Ait – Federazione locale intercategoriale Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

LARGO VERATTI 25 00146 ROMA tel. 06 70451981 fax 06 77201444

e del Coordinamento lav. coop. sociali e terzo settore, aziende capitoline Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Sede operativa c/o Laboratorio Sociale La Talpa – Piazza del Quarticciolo/angolo via Ostuni 7-9 Roma

Comunicato sindacale da Rsa-Rls-Rsu Usi Ait – per affissione ai sensi art. 25 L. 300/70 nei luoghi di lavoro

Il 2 Dicembre 2010 si sono svolte due iniziative promosse dal’autorganizzazione sindacale nelle cooperative sociali e in alcune aziende capitoline, in particolare dall’Unione Sindacale Italiana e dal Coordinamento lav. cooperative sociali, terzo settore e aziende. Entrambe con la copertura di assemblee sindacali tecniche, per permettere la partecipazione oltre ai delegati-e sindacali, anche di rappresentanze del personale senza sguarnire troppo i servizi alla cittadinanza.

La prima iniziativa si è svolta presso il MUNICIPIO ROMA VI in Via Torre Annunziata, per la cooperativa sociale “Obiettivo 2000”, con forte situazione di disagio per gli stipendi non pagati, la perdita progressiva di commesse e una difficoltà a rispettare gli impegni con fornitori e pagamenti di imposte, tasse e contributi, utili per l’ottenimento del D.U.R.C. (Documento Unico di Regolarità Contributiva) e la prosecuzione delle attività. I soci lavoratori della cooperativa, che gestisce in quel territorio i servizi si assistenza domiciliare all’are disabilità (SAISH), anziani (SAISA) e una Casa Famiglia, erano presenti in massa rispondendo alla mobilitazione organizzata dalla Rsa interna dell’Usi Ait. Interessata dalla mobilitazione e dall’assemblea, anche chi lavora nel VI Municipio della Cooperativa sociale “Arca di Noè”, specie nei servizi SAISH, SAISA e Aec (Assistenti Educativi Culturali) per l’assistenza e il diritto allo studio a studenti disabili, tutti  precari con contratti di cocopro.

Leggi tutto: Roma: MOBILITAZIONE DEL 2 DICEMBRE 2010

 

Per la MEMORIA STORICA..

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

 

Per la MEMORIA STORICA..

AVVISO E INVITO A PARTECIPARE A INIZIATIVA PUBBLICA IL 12 DICEMBRE 2010 PER NON DIMENTICARE...

DALLE 17 AL CIRCOLO - SPAZIO DI VIA PITIGLIANO 5 (TRULLO) INIZIATIVA ORGANIZZATA DA USICONS XV MUNICIPIO E FEDERAZIONE INTERCATEGORIALE USI AIT A 41 ANNI DALLA STRAGE DI PIAZZA FONTANA, CON MOSTRA, QUALCHE VIDEO O FILMATI, UNA CHIACCHIERATA E RICORDO DELLE STRAGI DI STATO PER MANO FASCISTA E DEI SERVIZI...

PER RICORDARE PINO PINELLI (ferroviere, anarchico, attivista sindacale per Usi nel 1968-69, stava mettendo in piedi il nostro sindacato a livello territoriale nel suo quartiere, l'allora popolare quartiere operaio della Bovisa a Milano)  (in funzione punto ristoro e mescita bevande...anche se NON è una festa perché NON ci sta nulla da festeggiare) Ciao e buona domenica a tutti-e  Promuove Federazione Intercategoriale di Roma della Unione Sindacale Italiana e Usicons (Associazione difesa e tutela utenti e consumatori) XV Municipio punti infolavoro e diritti per Unione Sindacale Italiana

Giovedì ore 18,30/20,00

Piazza Mosca n. 50

Punto INFOLAVORO e diritti e sportello

Per informazioni Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Sede operativa Largo Veratti 25 - 00146 Roma

Telefono 06 70 45 19 81

Fax 06 77 20 14 44

Per arrivare in via Pitigliano - BUS 719 da Staz Trastevere - 771 da Eur

   

Ancora morti per il lavoro.

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Rimini 3 Dicembre 2010:

LA FIERA DI QUALE GIUSTIZIA LA FIERA DI QUALE SICUREZZA.

Da una pa rte la giustizia e la sicurezza dei “pre-potenti”, dei padroni dell’economia e della scuola pronti a sfruttare risorse umane e ambientali, a difendere i propri privilegi e le proprie proprietà, con le armi, le galere, la persecuzione e la psichiatria.

Dall’altra chi per sicurezza intende “il senso di sicurezza”, la sicurezza sul posto di lavoro (l’ultima settimana è morto un muratore albanese a Ravenna e un pescatore a Rimini), la sicurezza di una pensione dignitosa, la sicurezza di potersi curare e di avere un tetto sulla testa e soldi per mangiare e riscaldarsi. Il senso di sicurezza di stare insieme tra uguali che non ti vogliono sfruttare usare o  fregare.

Leggi tutto: Ancora morti per il lavoro.

 

Vile Aggressione al CS Banchi Nuovi. Solidarietà USI - AIT

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Vile attacco squadristico al Centro sociale Banchi Nuovi

Dopo vari episodi di piccoli saccheggi il Centro sociale Banchi Nuovi ha subito la notte scorsa un vero e proprio assalto squadristico che ha portato alla distruzione di suppellettili, accanendosi soprattutto contro manifesti, mostre e striscioni esposti lungo le mura dello stesso centro sociale.
Alcune aree della struttura occupata si sono salvate dagli atti di vandalismo solo perché gli ingressi erano chiusi con porte in ferro difficili da forzare.
Una aggressione di chiara matrice politica che anche negli obiettivi scelti mira a colpire simbolicamente la storia del movimento Banchi Nuovi e quello che esso ha rappresentato per la storia di questa città e non solo.
“Stranamente” infatti, sono stati danneggiati prevalentemente manifesti ed immagini che facevano riferimento alle vicende storiche della lunga esperienza dei disoccupati organizzati che si è espresso attraverso la sigla Banchi Nuovi.

Leggi tutto: Vile Aggressione al CS Banchi Nuovi. Solidarietà USI - AIT

   

Pagina 44 di 46