FARMACAP INFORMA

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

INFORMIAMO CHE....

Su richiesta e segnalazione dell'USI si è tenuto oggi un incontro presso l'Osservatorio Comunale sul Lavoro, che ha funzioni di verifica e controllo, per sollecito su una corretta applicazione degli accordi di livello aziendale e della carenza attuale integrale applicazione CCNL Assofarm. Nell’incontro è stata affrontata, in particolar modo, la questione dei diversi CCNL applicati in FARMACAP, con nostra esplicita richiesta di applicazione integrale del CCNL Assofarm a tutto il personale, con l’eccezione del CCNL Fism, in attesa che riapra l’Asilo nido. Gli altri temi affrontati hanno riguardato i servizi sociali di prossimità, i contenuti della Convenzione biennale, il Recup e la necessaria e contestuale organizzazione del lavoro. Erano presenti le dirigenti dell'Osservatorio, Il Commissario Avv. Stefanori, una funzionaria del dipartimento per le Politiche sociali, l'USI come segnalante e la Filcams CGIL.

1. L'adeguamento contrattuale: il commissario ha confermato, davanti alle dirigenti dell'osservatorio, quanto già affermato ieri nell’incontro con le OO.SS e cioè l’utilizzo di 560.000 euro dell’attivo di bilancio 2016, per quanto ancora inevaso del CCNL Assofarm; questa cifra permette comunque di rimanere con un utile di circa 20.000 euro, fondamentale per evitare la chiusura in passivo del bilancio 2016. L'USI ha richiesto di mettere a verbale, il superamento delle disparità salariali e normative relative ai diversi CCNL, che il commissario ha sottoscritto e richiediamo che questi passaggi siano effettuati nel corso del 2017.

Nell'incontro di domani che si terrà in Farmacap con il Commissario verrà definito l’accordo sui 560.000 euro per il 2016 e si discuterà su come proseguire nell’applicazione contrattuale Assofarm per il 2017.

2. Per l’asilo nido oltre gli auspici dell'Osservatorio per una riapertura e le dichiarazioni d’impegno del Commissario per raggiungere questo obiettivo al momento non c’è altro.

3. Per quanto concerne il Recup abbiamo ribadito, anche in questa sede, l’importanza del Recup “sociale” e interno ai servizi sociali di prossimità. Abbiamo chiesto una modifica della Convenzione nella parte che impegna i 45 lavoratori a svolgere esclusivamente le prestazioni previste dalla Convenzione, chiedendo al contempo una soluzione organizzativa aziendale al Commissario, che si è impegnato a trovare altri 10 operatori. A questo fine, abbiamo fatto presente che le educatrici dell’asilo nido hanno una formazione più affine a quella sociale rispetto alle mansioni che svolgono attualmente in azienda e quindi abbiamo chiesto, qualora venisse richiesto, che venga consentito un cambiamento dell’attività.

4 La dirigente del Dipartimento ha chiesto la nomina di un coordinatore del sociale e auspichiamo che si proceda nel pieno rispetto della deliberazione commissariale sul regolamento inerente l’organizzazione del personale, con l’attivazione di una procedura di trasparenza e criteri definiti su base curriculare, anzianità di servizio, titoli, funzioni svolte, livelli.

Abbiamo rilevato e registrato un clima positivo finalizzato a trovare soluzioni, che è un buon auspicio rispetto all’ incontro che si terrà domani 5 aprile con il Commissario. L’attivazione dell’Osservatorio, la nostra segnalazione e il verbale firmato anche dall’Avv.Stefanori è una premessa che va nella giusta direzione. Come sempre contano i fatti e vigileremo che gli impegni presi vengano rispettati.

RSA/RLS USI FARMACAP

USI Largo G.Veratti, 25- 00146, Roma fax 06/77201444,

mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

www.unionesindacaleitaliana.eu

www.usiait.it

Roma 4 Aprile  2017