Nibirumail Cookie banner

Manca “Un Sorriso”! E la nostra retribuzione!

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

COMUNICATO SINDACALE E AVVISO ALLA CITTADINANZA

 

ROMA 28/11/2017 ASSEMBLEA SINDACALE LAVORATRICI E LAVORATORI

Unità Di Strada/Sala Operativa Sociale 13.30/15.30 SALA ROSI Viale Manzoni 16 c/o Dip. Pol. Sociali

 

SONO PASSATI 18 MESI E LA STRADA (quella dove noi lavoriamo OGNI GIORNO), RESTA SEMPRE IN SALITA…

 

Correva il 31 maggio del 2016, dopo più di quattro mesi senza percepire lo stipendio, noi dipendenti della cooperativa sociale “Un Sorriso”, impiegati nel servizio S.O.S. (Sala Operativa Sociale) e Unità di Strada, del Dipartimento Politiche Sociali Sussidiarietà e Salute di Roma Capitale, ci trovammo in assemblea e in lotta, per recuperare quel minimo di diritti e di dignità che gradualmente i nostri datori di lavoro ci avevano tolto, così come la retribuzione per il nostro lavoro, svolto al meglio e con capacità professionale alta.

 

Oggi, dopo un anno e mezzo da quell’assemblea, che ha avuto soltanto esiti “palliativi” (poi salari e stipendi arretrati, ce li hanno pagati), ci ritroviamo NUOVAMENTE, nella medesima condizione di allora. I disagi per ritardi, le intermittenze nell’erogazione degli stipendi, non sono mai terminati, e se allora eravamo estenuati oggi lo siamo ancora di più.

 

AL MOMENTO SONO 2 MESI (Settembre e Ottobre), CHE NON RICEVIAMO LO STIPENDIO e il lavoro lo facciamo lo stesso.

 

Non ci hanno tolto la professionalità, noi eravamo e siamo sempre in prima linea (e in strada, nei quartieri periferici di Roma) a fare il nostro lavoro, al fianco delle persone più fragili e di tutti i nostri utenti, anche in condizioni di lavoro precarie e poco sicure, anche dal punto di vista della salute e sicurezza sul lavoro (con mezzi e strumenti, che sono …“precari”, almeno noi siamo, quasi tutti, a tempo indeterminato).

Questa volta, tuttavia non siamo disponibili a soluzioni di fortuna, né a “toppe”, che diano la parvenza di una situazione regolare.

 

 

  • A UN BUON LAVORO DEVE CORRISPONDERE UN BUON SERVIZIO, ma se ci fanno lavorare sempre male, anche la qualità del servizio ne risente.

 

 

PRETENDIAMO ULTERIORE IMPEGNO, VIGILANZA E INTERVENTO DI TUTELA, DA PARTE DI ROMA CAPITALE, LA “NOSTRA” COMMITTENZA PUBBLICA (e stazione appaltante)!

 

 

  • Chiediamo che Roma Capitale, in modo costante, anche in ottemperanza a quanto previsto dal “codice degli appalti” (art.30 comma 6 del Decreto Legislativo n. 50 del 2016 in tema di pagamento diretto anche in corso d'opera), INTERVENGA e ci permetta di arrivare alla fine (ormai imminente) del bando di gara, in corso di svolgimento, con il RIPRISTINO DI TUTTI I NOSTRI DIRITTI, a partire dal pagamento regolare delle retribuzioni, direttamente a chi lavora, allo sblocco delle fatture bloccate alla cooperativa (uscente dall’appalto), assieme a condizioni minime di dignità e sicurezza/salute sul lavoro, con la garanzia, prevista dal bando di gara, dal nostro CCNL (coop Sociali), dalle Delibere Comunali 135/2000 e 259/2005, della continuità lavorativa e occupazionale.

 

  • Chiediamo, anche un colloquio di monitoraggio e approfondimento sulle varie questioni segnalate,con i DIRIGENTI DEL DIPARTIMENTO, per rendere operative le soluzioni più opportune, efficaci e utili per le nostre condizioni di lavoro, di vita decente (campiamo del nostro salario), di prestazione di servizio in modo  efficiente e regolare, ELIMINANDO LE SCORIE DEL “SISTEMA DI MAFIA CAPITALE”, negli appalti sui servizi sociali, sul nostro lavoro.

 

 

LA NOSTRA MOBILITAZIONE PROSEGUE, NON CI ARRENDIAMO,

ma non lasciateci da soli…

 

Rsa-Rls USI presso Soc. Coop. Sociale “Un Sorriso”

Lavoratori e lavoratrici dell’Unità Mobile della Sala Operativa Sociale

Unione Sindacale Italiana – Intercategoriale Largo G. Veratti 00146 Roma

Email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. fax 06/77201444

 

 

Fotinprop27nov2017largogveratti2500146Roma