Nibirumail Cookie banner

Pochi, maledetti e subito!

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Pochi, maledetti e subito!

Ecco il mio “welfare”.

Care/i colleghe/i,

il 21/6 u.s. durante il Tavolo RSU (il cui odg prevedeva i piani di formazione ed il Premio Produzione) ho scoperto di essere rimasta solo io, come RSU/USI, a non aver siglato l’accordo di aprile scorso relativo il Piano di Formazione. E’ emerso, infatti che anche l’UGL, nonostante avesse redatto una nota a verbale, ha deciso, in un secondo momento, di apporre la propria firma. Io resto convinta della mia scelta, visto che le obiezioni mosse durante la discussione, evidenziate nei precedenti tavoli, a voi riferite attraverso i precedenti comunicati, non hanno avuto alcun esito. Anzi, ho potuto verificare come l’intero settore della Manutenzione, per esempio, sia stato proprio tenuto fuori dai percorsi formativi. Quando l’ho evidenziato, la dr.ssa Del Bono, al tavolo per esporre i pacchetti della formazione prevista, ha affermato di non avere ricevuto nulla dai referenti della manutenzione, ma sicuramente non ci sarebbero stati problemi ad approfondire  anche successivamente eventuali ipotesi. Tale premessa era necessaria, perché quando si parla di “welfare” in azienda, bisognerebbe avere una visione ampia delle esigenze dei lavoratori e delle lavoratrici … Infatti …

La seconda parte del tavolo del 21/6 si è tradotta nella proiezione delle slides sulla "futura" piattaforma welfare (ancora non era stata assegnata la gara alla DAY WELFARE) esposte dalla dr.ssa Rubino.

Poichè ho già espresso le mie perplessità sull’investire il proprio premio produzione in una piattaforma informatica il cui costo neanche è stato reso noto da parte dell’Azienda, nonostante le mie esplicite richieste, vi dirò semplicemente che:

·         noi riceviamo un premio produzione ridicolo, a fronte di quello di altre municipalizzate;

·         che l’azienda ha preferito “investire” un tot. (prima o poi verrà reso pubblico) in una piattaforma informatica, piuttosto che avviare una seria discussione;

·         rispetto altre aziende che applicano Federculture o fanno parte della Holding di Roma Capitale, Zètema non ha predisposto un vero e proprio piano del welfare aziendale, nonostante i solleciti di tutte le OO.SS;

·         non è stato portato a compimento neanche il percorso per lo smart working che tanto benessere avrebbe già potuto produrre per quei colleghe e colleghi che lo aspettano con ansia.

In compenso … la rapidità con cui si è mossa tutta la nostra dirigenza, per questa “piattaforma welfare”, o per l'apertura rapida dei Fori, con l'operosità tipica di un esercito di formiche...pur di fare bella figura, sicuramente è onorevole.

Concludo dicendovi che sono stata personalmente sollecitata, direttamente dall’A.D.!, per promuovere un comunicato per “l’adesione al welfare”. Ecco... Soprattutto dopo questo sollecito individuale (MAI ACCADUTO NELLA MIA VITA DI RSU DI ESSERE INVITATA A SCRIVERE UN COMUNICATO PER SPONSORIZZARE UNA SCELTA AZIENDALE!) sono ancor più convinta di invitarvi a NON ADERIRE!

Non ora, non con queste premesse, non con questo Premio Produzione. Abbiamo tempo per scoprire le meraviglie della defiscalizzazione di un premio da 600 euro...da investire in “beni e servizi”...Il dado è tratto … sicuramente andremo in quella direzione...ma ci sarà un motivo se in altre partecipate, non regna tutto questo entusiasmo. Voi potete, però, rivolgervi al numero verde della DAY WELFARE per avere tutti i chiarimenti: 800 004 191 … Io resto in finestra a guardare.

Pochi, maledetti e subito!

Serenetta Monti (RSU/USI)



--

http://www.serenettamonti.it
http://www.usiait.it