Lesioni Fisiche in servizio - Risarcimento anche morale

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

 

Lesioni Fisiche in servizio - Risarcimento anche morale

Il lavoratore che subisca lesioni fisiche in servizio, per mancanza di misure di sicurezza, ha diritto anche al risarcimento del danno morale –

La prescrizione è decennale – La responsabilità del datore di lavoro per lesioni fisiche riportate in servizio dal lavoratore a causa di mancanza di misure di sicurezza si fonda sia sull’inadempimento degli obblighi, inerenti al rapporto di lavoro, di tutela delle condizioni di lavoro del dipendente, sia sulla violazione dell’obbligo generale di non provocare danni ad altri soggetti anche indipendentemente dall’esistenza di un rapporto contrattuale.

Al lavoratore danneggiato sono dovuti (se ed in quanto non sia maturata la prescrizione) non solo il danno strettamente patrimoniale, ma anche quello biologico, ed in via di principio, dato che la condotta addebitabile al datore configura astrattamente un reato, anche il danno morale. Al credito del lavoratore per risarcimento deve essere applicata la prescrizione decennale.

La prescrizione decorre dal momento in cui il danno si è manifestato, e non da un successivo aggravamento che non sia dovuto ad una causa autonoma, dotata di una separata efficienza causale, ma soltanto allo sviluppo di un processo morboso già in atto. Il diritto al risarcimento in relazione ad un successivo aggravamento fa parte della domanda originaria e non configura una nuova posta risarcitoria

(Cassazione Sezione Lavoro n. 19022 dell’11 settembre 2007, Pres. De Luca, Rel. Monaci).