VECCHIE DINAMICHE ...

Stampa

NUOVO SISTEMA DI VALUTAZIONE …

VECCHIE DINAMICHE ...


Care/i colleghe/i, lo scorso 15/4/2021 ho scritto al dr. Tagliacozzo in merito il nuovo sistema di valutazione: si sta chiudendo la “sperimentazione” del secondo semestre 2020… mentre, teoricamente (almeno così ci era stato AMPIAMENTE spiegato nel corso di formazione, tenuto dalla società MIDA) avremmo dovuto già stare nella fase “a regime” del 2021. Condivido con voi, quanto ho scritto in Azienda, evidenziando che io stessa NON ho firmato la mia scheda di valutazione. Le motivazioni sono abbastanza articolate e prendono le basi da un intervento che avevo effettuato come RSU, già lo scorso settembre, perché l’addetto periferico della manutenzione è stato “classificato” come appartenente alla famiglia professionale degli “addetti professionali”. Ho ritenuto DOVEROSO evidenziare l’incongruenza perché è significativo che, ad una figura che si occupa di monitorare lo stato di funzionamento degli impianti dei musei, che si interfaccia quotidianamente con la committenza (i funzionari della Sovrintendenza responsabili dei siti), predispone gli interventi di manutenzione, sovrintende agli stessi affinché vengano effettuati nel rispetto delle normative vigenti, fino alla conclusione degli stessi … non venga riconosciuto appieno il reale lavoro svolto, magari, per non riconoscerne il giusto inquadramento professionale. Le schede di valutazione appena consegnate, stanno evidenziando parecchie storture in diversi settori. E’ necessario tornare al Tavolo RSU sul tema. Perchè se l’intento era quello di lasciarsi dietro quelli che lo stesso dr. Tagliacozzo, appena arrivato, ebbe a dire fossero “criteri non oggettivi” utili alla determinazione del Premio Produzione, queste schede certo non si allontanano da quelle, vecchie, dinamiche.

Ho sentito parecchi di voi (che hanno già ricevuto la scheda) delusi dall’aver “parzialmente” o solo “raggiunto” (quindi non superato …) l’obiettivo. Ho sentito tornare a bollire frustrazioni accumulatesi in tanti anni che sembravano essere rimaste sospese in un limbo con questo “nuovo corso”. Io sono a disposizione per i vostri dubbi o quesiti. Il rispetto della dignità professionale, dopo almeno un decennio di anni di media di lavoro nella stessa azienda… dovrebbe essere scontato, ma da quel che vedo e sento… non è così. Vi ricordo che è prevista (secondo l’azienda, ma mai condivisa con le OO.SS.) un’istanza di chiarimento del giudizio, da promuovere entro i 5 gg., successivi alla consegna. Come si dice, però, … “c’est n’est qu’un debut… continuons le combat!”. La lotta non si ferma mai insomma! Serenetta Monti (RSU/USI)

Mail inviata il 15/4/2021

Gentile dr. Tagliacozzo, è di questi giorni la consegna ai dipendenti Zètema delle schede di valutazione relative il secondo semestre del 2020. Risulta, a tal proposito, che ci sia una comunicazione a firma della dr.ssa Biglino, in cui viene individuato, come ultimo giorno utile, per i valutatori il prossimo 10 maggio. Mi chiedo, però, se l'Azienda intenda confermare tale modalità anche per l'annualità in corso e quindi quando intenda avviare la valutazione, essendo già arrivati al 15 aprile. Non ci sono stati, infatti, ad oggi, gli appuntamenti propedeutici all'individuazione degli obiettivi e degli strumenti necessari per raggiungerli, così come previsto anche dal materiale informativo fornitoci al momento del corso di formazione. Attendo fiduciosa un riscontro in tal senso, perchè sto riscontrando, da parte di diversi colleghi, parecchie perplessità (ed in taluni casi malesseri veri e propri) relativamente le modalità con cui sono state redatte le schede e relative valutazioni conclusive, Come sa, io stessa non ho sottoscritto la mia, poichè, come segnalato già lo scorso settembre 2020, l'addetto periferico alla manutenzione era stato inserito in quella che, per il lavoro realmente svolto sul campo, risultava essere la "famiglia professionale" sbagliata. Ritengo, quindi, che sarà necessario prevedere anche un tavolo RSU su tale tematica, poichè, in quelli in cui si è discussa la nuova modalità di valutazione, l'azienda non era mai stata esaustiva ed era andata dritta per la propria strada, senza tenere conto delle diverse obiezioni sollevate da tutti i partecipanti il tavolo.

Cordiali saluti.

Serenetta Monti (RSU/USI)

e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.