Nibirumail Cookie banner

Primo Maggio. Nulla da festeggiare.

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Primo Maggio

Nulla da festeggiare per i lavoratori e le lavoratrici di Eureka I

 

È in atto un tentativo di smantellare da parte del CdA e dai loro sodali l’accordo sindacale del Marzo 2018, accordo che consentì, dopo annidi incongruenze la corretta fruizione dei diversi istituti contrattuali e che diede il via ad un percorso di trasparenza e correttezza. A fine aprile viene comunicato al personale della cooperativa che a partire dall'anno 2021, i 4 giorni annui di permesso retribuito (ex festività soppresse) verranno rapportati ad ore in relazione all'orario di lavoro contrattuale. Questo dopo che la cooperativa dichiara di aver acquisito diversi pareri qualificati in merito, senza specificarne le emerite fonti, cosa che non ha specificato nemmeno nei mesi scorsi durante il confronto con le RSA interne, confronto che aveva il mero scopo di superare l'accordo sindacale del marzo 2018, nel quale le Parti si erano accordate nel riconoscere 25 ore annue per i permessi ex festività al di là del monte ore contrattuale. Come RSA USI abbiamo espresso totale disaccordo nel modificare quanto stabilito nell'accordo del 2018, rifiutandoci di firmare un primo verbale di incontro che vedeva attaccato anche il diritto di assemblea dei lavoratori non condividendo a differenza di altri la pretesa datoriale, in un secondo incontro vi è stata una marcia indietro sui permessi assemblea, convenendo tutte le parti che le assemblee sindacali dei lavoratori possono essere svolte in ogni luogo e fuori o all’interno dell’orario di lavoro. Nello stesso incontro il Presidente informa le RSA USB e USI che a partire dall’anno 2021, i 4 giorni di permessi retribuiti ex festività possono essere rapportati ad ore in relazione all’orario di lavoro in Cooperativa, superando di fatto gli accordi del 6 marzo 2018. Come RSA USI abbiamo fortemente espresso parere contrario alla posizione del CdA, non considerando legalmente valido il superamento dell'accordo sottoscritto nel 2018, in quanto applicazione di legge 54 77 e dell'applicazione logica del CCNL articolo 60, reputandola decisione del CdA unilaterale, peggiorativa e recante disparità di trattamento.

Ribadiamo ancora una volta, per i 4 GIORNI DI EX FESTIVITA' SOPPRESSE, la legge di riferimento è la 54 1977, che come APPLICAZIONE COERENTE dell'articolo 60 del CCNL Cooperative Sociali, DI QUANTIFICAZIONE DEI 4 GIORNI, IN MONTE ORE INDIVIDUALE PARITARIO PER TUTTA LA FORZA LAVORO,  a prescindere dal regime contrattuale personale, indica in 25 ore annuali (6,33 ore di calcolo medio durata lavorativa derivante dalla divisione del parametro 165 sulle 38 ore settimanali, per 4 giorni, pari a 25 ore annuali di monte ore, uguale per tutti-e), fruibili anche a ore, per il godimento concreto, giuridicamente e contabilmente fondato,  dell'istituto contrattuale e di legge delle 4GIORNATE DI EX FESTIVITA' SOPPRESSE. In caso di decurtazione di quanto da garantirsi per applicazione della legge di riferimento e dell'art. 60 del CCNL e di violazione di accordo sindacale sottoscritto chiederemo la corretta e integrale applicazione, anche per ottemperanza all'art. 105, comma 9 del D. Lgs. 502016 e ss.mm.ii., si attiveranno le iniziative di tutela di lavoratori e lavoratrici, per il ripristino della giustizia e della legalità formale e sostanziale su questo diritto connesso, come strutturazione del CCNL di settore, all'istituto di fonte costituzionale delle ferie

RSA USI Eureka I onlus

USI Unione Sindacale Italiana fondata nel 1912

Largo G. Veratti, 25-00146, Roma

fax 06/77201444

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.