Benvenuti sul sito dell'Unione Sindacale Italiana!

SOLIDARIETA' AI LAVORATORI.

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Ultimo aggiornamento Venerdì 20 Gennaio 2017 12:09 Scritto da Sandro Venerdì 20 Gennaio 2017 12:03

COMUNICATO DI SOLIDARIETA' ALLE LAVORATRICI E AI LAVORATORI
LICENZIATE-I DA ALMAVIVA

USI UNIONE SINDACALE ITALIANA fondata nel 1912

e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


La nostra solidarietà a quello che è avvenuto, con 1666 licenziamenti fatti da Società ALMAVIVA, alle lavoratrici e ai lavoratori, da USI Unione Sindacale Italiana. E' la stessa lotta che stamo conducendo in molti altri posti di lavoro (in questi giorni chi ha tenuto in piedi per 9 mesi dopo 12 anni di lavoro contrattualizzato, i CANILI COMUNALI SPECIE MURATELLA, uno dei canili pubblici ormai privatizzato più grandi d'Europa, ma sta diventando pratica costante dei padroni e di chi finanzia, sostiene, appoggia o se ne serve, per distruggere lavoro, salario, diritti, dignità, in ogno luogo
di lavoro o territorio).

E' UNA VERA E PROPRIA "GUERRA DI CLASSE" CHE CI E' STATA PROCLAMATA E CHE STA PRODUCENDO DANNI RILEVANTI A PERSONE, ALLE LORO FAMIGLIE, AI SERVIZI E ATTIVITA'.

Fanno bene lavoratrici e lavoratori a NON ARRENDERSI E A NON CONSIDERARE INEVITABILE TALE SITUAIZONE, A ROMA LE LAVORATRICI E I LAVORATORI LICENZIATE-I DI ALMAVIVA, HANNO PROMOSSO UN CORTEO E MANIFESTAZIONE SABATO 21 GENNAIO 2017 A ROMA, con appuntamento ore 14.30 da Piazza della Repubblica.

Nel dare la nostra adesione e sostegno anche a questa lotta, ricordiamo a TUTTE-I UN SEMPLICE SLOGAN, CHE E' DIVENTATA PER NOI UNA PRATICA QUOTIDIANA:
L'UNICA LOTTA CHE SI PERDE, E' SEMPRE QUELLA...CHE NON SI FA

8 MARZO 2017, GIORNATA INTERNAZIONALE DI LOTTA (con copertura di SCIOPERO GENERALE TUTTE LE CATEGORIE E COMPARTI PUBBLICI E PRIVATI, da estendere come giornata di astensione da attività per chi ha lavori precari, saltuari, occasionali, non lavoro...quindi una caratterizzazione sociale delle mille forme di impegni delle donne e non solo), rendiamo operativi gli appelli internazionali e quello italiano uscito dalla grnade manifestazione del 26 novembre 2016 e dell'assemblea nazionale del 27 novembre 2016. Usi è anche con loro...

 

 

Viareggio. Riccardo Antonini. 29.giugno 2009!

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Ultimo aggiornamento Lunedì 16 Gennaio 2017 17:01 Scritto da Sandro Lunedì 16 Gennaio 2017 16:56

Dall'Associazione dei familiari

“Il Mondo che vorrei”

e da Assemblea 29 giugno.

 

Mercoledì 18 gennaio ore 10.00

c/o la Corte di Cassazione a Roma, piazza Cavour 95

Udienza sul licenziamento di Riccardo Antonini

Riccardo è stato un operaio della manutenzione infrastruttura di Rfi a Viareggio per 34 anni. Ha prestato la sua attività di consulente a titolo gratuito per familiari delle vittime e per il sindacato nell'incidente probatorio sulla strage ferroviaria di Viareggio del 29 giugno 2009.

Nell’estate del 2011 viene prima diffidato dall’Azienda a porre termine alla sua attività, poi sospeso per 10 giorni ed infine, il 7 novembre 2011, licenziato in tronco “per essersi posto in evidente conflitto d'interesse con la società”.

A luglio 2012 inizia il processo.

L’Azienda sottoscrive una conciliazione in cui, per la sua reintegrazione, chiede a Riccardo di sconfessare il suo sostegno ai familiari. Riccardo non può e non accetta una simile contropartita perché significa offendere la propria dignità, quella dei familiari e le stesse 32 Vittime. Così, il 4 giugno 2013, il giudice del lavoro Luigi Nannipieri del Tribunale di Lucca conferma il licenziamento.

Riccardo presenta ricorso.

Il giudice Bronzini, presidente della Corte di Appello di Firenze, insieme ai giudici Schiavone e Liscio, non discute il caso e respinge il ricorso di Riccardo per inammissibilità.

In queste 'sentenze' è sancito l'obbligo ed il dovere di fedeltà, la violazione del Codice etico, il conflitto di interessi con l'azienda, i suoi Amministratori delegati di allora, Moretti, Elia, Soprano ... (imputati, con pesanti accuse, nel processo di Viareggio). Riccardo è stato licenziato per il suo impegno nella mobilitazione per la sicurezza, la verità e la giustizia, a fianco dei familiari delle Vittime. Moretti, invece, è stato prima rinominato Ad della holding Fs e poi promosso Ad di Finmeccanica, la più grande impresa del paese

A tal proposito, riportiamo quanto scritto nel documento del giugno 2016 dell'Associazione dei familiari: “ …

Riaffermiamo la reintegrazione immediata del ferroviere Riccardo Antonini, licenziato il 7 novembre 2011 per essere stato a fianco dei familiari delle 32 Vittime ed essersi messo a disposizione gratuitamente come loro consulente nella ricerca della verità e per garantire quella sicurezza che avrebbe evitato la strage ferroviaria del 29 giugno 2009. Essendo, tra l'altro, consapevoli e coscienti che il licenziamento di Riccardo Antonini è strettamente ed indissolubilmente legato alla tragica notte del 29 giugno 2009”.

Da giugno a dicembre 2016, il documento è stato approvato all'unanimità da tutti i Comuni della Versilia, da numerosi altri comuni, dalla provincia di Lucca, dalla Regione Toscana. Mercoledì 18 gennaio a Roma a sostegno di Riccardo.

Martedì 31 gennaio è il giorno della sentenza del processo (iniziato il 13 novembre 2013) sulla strage ferroviaria di Viareggio. I familiari delle Vittime invitano alla presenza ed alla partecipazione a questo importante appuntamento, dalle ore 09.30 al Tribunale di Lucca, allestito nell'aula del Polo fieristico, località Sorbano, per attendere insieme il pronunciamento del Collegio giudicante.

15 gennaio 2017

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

   

31° giorno di Vertenza.

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Ultimo aggiornamento Giovedì 12 Gennaio 2017 11:49 Scritto da Sandro Giovedì 12 Gennaio 2017 11:42

COMUNICATO U.S.I.

31° giorno di Vertenza Mensa ad Oltranza

e 3^ Manifestazione Sindacale

Unione Sindacale Italiana,

Carissime COLLEGHE e Carissimi COLLEGHI

l'Unione Sindacale Italiana, prendendo atto che la Commissaria Straordinaria, del Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta, ancora ad oggi non ha accolto le richieste avanzate ufficialmente dalla nostra Organizzazione Sindacale, inerentemente al ripristino del Servizio Mensa ed il pagamento dei retri del 2015 e 2016, in favore delle Lavoratrici e Lavoratori del personale dipendente, COMPRESI i SINDACALISTI Filoistituzionalpadronali.

Continua la lotta, e lo scorso lunedì 9 gennaio ha manifestato per la 3^ volta, dalle 17,30 alle 18,30, nel suo 29° giorno di Vertenza ad Oltranza avanti il PALAZZO del POTERE.

 

GRAZIE PER LA VOSTRA SOLIDARIETA'

ANCHE A CHI  LATITA.

LA LOTTA E' DI TUTTE/I

Segr. Prov. Intercategoriale U.S.I.

Lorenzo PETIX

 

   

Pagina 11 di 71