Nibirumail Cookie banner

Benvenuti sul sito dell'Unione Sindacale Italiana!

Precari della scuola 15 dicembre a Milano

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Ultimo aggiornamento Lunedì 09 Dicembre 2019 12:50 Scritto da Sandro Lunedì 09 Dicembre 2019 12:44

Assemblea nazionale precari della scuola 15 dicembre a Milano

Salve a tutt*,

Si invia APPELLO UNITARIO firmato dai Coordinamenti dei precari della conoscenza di Torino, Milano, Firenze e Cagliari.

Domenica 15 dicembre alle ore 10 presso Camera del Non Lavoro in via Galvano Fiamma 5, VI INVITIAMO alla prima assemblea nazionale dei precari.

L’assemblea è aperta a lavoratori, lavoratrici ed a tutte le componenti democratiche della società civile che intendono condurre insieme a noi la lotta per la stabilizzazione partendo dalla Direttiva Europea 1999/70.

In tale sede si decideranno le iniziative di lotta da portare avanti e la possibilità della convocazione di una giornata di SCIOPERO GENERALE NAZIONALE DELLA CONOSCENZA per la stabilizzazione di tutti i precari della scuola, per un vero aumento dei salari di categoria e contro ogni progetto di autonomia differenziata.

Saluti

Coordinamento Precari della Scuola Autoconvocati

APPELLO UNITARIO A LAVORATORI, RSU, SIGLE SINDACALI, PARTITI, ASSOCIAZIONI E COLLETTIVI COSTRUIRE OVUNQUE COORDINAMENTI DI LOTTA FINO AD UN COORDINAMENTO NAZIONALE PRECARI, PER LA MOBILITAZIONE PROLUNGATA E LO SCIOPERO GENERALE DELL’ISTRUZIONE E DELLA RICERCA, PER UNA REALE STABILIZZAZIONE DEL PRECARIATO ED IL RINNOVO DEL CONTRATTO! NO ALL'AUTONOMIA DIFFERENZIATA, NO ALLA SECESSIONE DEI RICCHI!

L'accordo col Governo raggiunto in ottobre da CGIL, CISL, UIL, Snals e Gilda senza un'ora di sciopero non è sufficiente a risolvere l'emergenza sociale rappresentata dalla presenza di ancora 150mila precari nella scuola e di altre migliaia nell'intero settore della conoscenza. Le 24mila cattedre che il DL 126/2019 prevede sono assolutamente insufficienti. Siamo di fronte a un forte abuso di precariato da parte dello Stato e ad un abbassamento costante della qualità, della sicurezza e del funzionamento della scuola pubblica. Il decreto va riscritto, a partire dal numero di posti messi a disposizione.

Di seguito i punti proposti:

1. Prevedere l’assunzione di almeno 150mila lavoratori della scuola per la copertura degli attuali posti scoperti e vacanti attraverso la costituzione di una graduatoria permanente provinciale per docenti precari che possono vantare 180x3 giorni di servizio nelle scuole pubbliche negli ultimi dieci anni, svolti entro l’anno scolastico 2019-2020, su materia e sostegno. La graduatoria terrà conto dei titoli culturali e i titoli di servizio e sarà finalizzata alle assunzioni a tempo indeterminato per costoro, fino all’esaurimento della stessa

2. Assunzione a tempo indeterminato per i vincitori dei concorsi 2016 e 2018 e per i docenti inseriti nelle graduatorie ad esaurimento.

3. Per gli aspiranti docenti neolaureati o senza il requisito dei 180x3 giorni di servizio ripristinare il doppio canale per l’immissione in ruolo. Prevedere da un lato la valorizzazione del servizio prestato attraverso un percorso di abilitazione sotto la guida di un tutor che si concluderà con il raggiungimento del terzo anno di servizio. Ad esso seguirà l’immissione in ruolo. Per gli aspiranti docenti che invece non hanno servizio, individuare un percorso chiaro e definitivo di abilitazione e stabilizzazione, da predisporre con le Università, i Conservatori e le Accademie.

4. Abolire definitivamente la distinzione tra organico di fatto e organico di diritto. Pubblicare la quantità di posti vacanti su CDC (classi di concorso) e sostegno così da permettere un corretto reclutamento già a partire dall’anno scolastico 2020-2021.

5. Per il sostegno vale quanto riportato nei punti 1) e 3). Si chiede inoltre di prevedere un percorso di specializzazione a carico dello Stato ed un tutor interno alla scuola in cui si presta servizio.

6. In relazione agli AFAM, definizione di tutto il comparto e dell’idoneità all’insegnamento del titolo di vecchio e nuovo ordinamento. Assunzione straordinaria anche per gli AFAM secondo quanto riportato nel punto 1).

7. In relazione a quanto detto al punto 1) si chiede un piano straordinario di assunzioni, internalizzazioni e stabilizzazioni di tutto il personale ATA, dei DSGA facenti funzione e un piano strutturale di internalizzazione degli educatori.

8. Garantire a tutto il personale del comparto scuola un aumento salariale significativo, in modo da avvicinare sostanzialmente gli stipendi del settore agli standard europei. Gli aumenti dovranno andare ben oltre il semplice recupero del potere di acquisto (inflazione) ed essere calcolati sulla quota base dello stipendio (validi quindi anche ai fini di tutte le componenti indirette e derivate).

Il famigerato progetto di autonomia differenziata lanciato dal governo Lega-M5S sta facendo i primi passi con l'attuale governo, continuando a rappresentare un attacco frontale al mantenimento del diritto universale all'istruzione e alla salute. Per rimettere al centro della spesa pubblica i lavoratori e i diritti universali come istruzione e sanità, occorre fare ripartire in tutto il paese una mobilitazione generale continua. In tutte le città è necessario che i lavoratori della conoscenza, a partire dai precari, costituiscano comitati e coordinamenti di lotta democratici, aperti ma indipendenti da tutti.

Occorre discutere e decidere una piattaforma di lotta nazionale, che sia espressione diretta dei lavoratori e delle loro rivendicazioni.

Lanciamo la mobilitazione permanente in tutte le sue forme democratiche: presidi, cortei, flash-mob, controinformazione sui social, fino allo sciopero generale di tutta la categoria.

Chiediamo l'attivazione delle RSU nelle scuole per favorire e organizzare insieme la mobilitazione dei precari. Ci rivolgiamo alle organizzazioni sindacali firmatarie dell’accordo affinché neghino l'approvazione a questo decreto e rilancino la mobilitazione per la STABILIZZAZIONE DI TUTTI I PRECARI .

Chiediamo che tutte le realtà sindacali, i partiti, le associazioni e i collettivi appoggino le nostre rivendicazioni e sostengano attivamente la mobilitazione.

ASSEMBLEA NAZIONALE DOMENICA 15 DICEMBRE A MILANO, presso la CAMERA DEL NON Lavoro, alle ORE 10.00, per la costruzione di un coordinamento nazionale precari

L’assemblea sarà aperta a tutti lavoratori e le lavoratrici ed a tutte le componenti democratiche della società civile che intendono condurre insieme a noi la lotta per la stabilizzazione.

NON ABBIAMO NE' DEPUTATI, NE' SENATORI, NE' GOVERNI AMICI

COORDINAMENTI PRECARI di Torino, Milano, Firenze, Cagliari

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 

USI CL. RISORSA IDRICA

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Ultimo aggiornamento Giovedì 21 Novembre 2019 11:14 Scritto da Sandro Mercoledì 20 Novembre 2019 08:44

RISORSA IDRICA

UNA NOSTRA BATTAGLIA

CHE DEVE ESSERE VINTA!

 

Il sottoscritto Lorenzo Rosario PETIX, in qualità di Segr. Gen. Prov. dell’Unione Sindacale Italiana e componente, per le OO.SS., della Commissione Tecnica Provinciale Acqua di Caltanissetta, istituita con L.R. 11/2015 n.19 che disciplina in materia di risorse idriche, (presieduta dal commissario dell’ATO Idrico posto in liquidazione “Rosalba .....................” e composta inoltre da tre sindaci:

“Roberto ......................” sindaco di Caltanissetta;

“Lucio .....................” sindaco di Gela;

“Alessandro ...............” sindaco di Villalba;

da un rappresentante delle OO.SS. “Lorenzo Rosario PETIX” per l’Unione Sindacale Italiana;

da un rappresentante del Forum Provinciale Acqua e Beni Comuni “Antonino ..................................”;

da un funzionario del Dipartimento Acque e Rifiuti dell’Assessorato Regionale dell’Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità “Achille ................”.

Allo scopo di verificare la sussistenza di Inadempimenti Contrattuali, sulla base delle Convenzioni stipulate, tra il Consorzio d’Ambito Territoriale Ottimale di Caltanissetta e la Società Acque di Caltanissetta SPA CALTAQUA,

C O M U N I C A

che lunedì 18 novembre 2019, la Commissione Tecnica Provinciale Acqua, ha concluso i Lavori di Verifica della Gestione del Servizio Idrico Integrato in Provincia di Caltanissetta, dopo avere esaminato gli atti forniti dall’ATO Idrico in liquidazione ed a maggioranza si è espressa per la risoluzione anticipata del contratto per Accertati Inadempimenti Contrattuali essendo stato non rispettato dall’Ente Gestore Privato Caltaqua SpA.;

La Commissione si è espressa alla luce di diversi disservizi del gestore e delle continue carenze e deficienze verificatesi a far data dell’affidamento del Servizio Idrico Integrato (S.I.I.) 27.07.2006, che hanno causato e causano rilevanti disagi agli utenti anche con pesanti infrazioni di legge, vedi la depurazione delle acqua reflue in provincia.

Si sono espressi per la Risoluzione Anticipata del Contratto i Sindaci “Roberto ...................” Sindaco di Caltanissetta e “Lucio .........................” Sindaco di Gela, il rappresentante delle OO.SS. “Lorenzo Rosario PETIX” Segr. Gen. Prov. dell’Unione Sindacale Italiana e il Rappresentante del Forum Provinciale Acqua e Beni Comuni Sig. “Antonino ........................”;

Si sono espressi per la non Risoluzione Anticipata del Contratto il Sindaco di Villalba “Alessandro ..............................” e il Commissario dell’ATO Idrico posto in liquidazione Dott.ssa “Rosalba ................................”.

Si è astenuto dall’esprimere il proprio parere il Funzionario del Dipartimento Acque e Rifiuti dell’Assessorato Regionale dell’Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità Dott. “Achille ........................”.

La Relazione Finale sarà inviata al Presidente della Regione Siciliana Nello ....................................


I criteri di EFFICIENZA, EFFICACIA ed ECONOMICITÀ, punti che dovevano essere raggiunti e rispettati dalla Caltaqua Spa per potere gestire nel trentennio il S.I.I., che comprende:

  • la RACCOLTA;
  • la DISTRIBUZIONE;
  • RACCOLTA e TRATTAMENTO DEPURATIVO;
  • non sono stati obiettivamente ed inconfutabilmente raggiunti.

 

Unione Sindacale Italiana

Il Segretario Generale Provinciale

di CALTANISSETTA

Lorenzo Rosario PETIX

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Dal Commissario Straordinario.

Acqua, risoluzione del contratto con Caltaqua, Panvini:

“Componenti Commissione scorretti, alimentano solo confusione”


Riceviamo e pubblichiamo una nota a firma del Commissario straordinario e liquidatore dell’ATO Idrico Rosalba Panvini, nella qualità di Presidente della Commissione Tecnica ex art.12 della L.R. 19/2015

Riceviamo e pubblichiamo una nota a firma del Commissario straordinario e liquidatore dell’ATO Idrico Rosalba Panvini, nella qualità di Presidente della Commissione Tecnica ex art.12 della L.R. 19/2015, in cui si legge quanto segue:

“La Commissione tecnica con la relazione finale resa nella seduta del 18.11.2019 non ha assunto alcuna decisione unanime in merito ad una eventuale proposta di risoluzione contrattuale nei confronti del Gestore Caltaqua per gravi inadempimenti.

Su invito della scrivente ad esprimersi in via definitiva sulla materia in questione, le posizioni assunte dai singoli componenti sono state differenti e non unanimi.


In particolare, il Sindaco di Villalba non ha ritenuto sussistere i presupposti per la risoluzione del contratto con il Soggetto Gestore del SII; il Sindaco di Caltanissetta, il Sindaco di Gela, il componente designato dall’Unione Sindacale Italiana e il componente designato dal Forum siciliano dei Movimenti per l’Acqua Pubblica ed i beni comuni hanno ritenuto sussistere le condizioni per la risoluzione del contratto; il funzionario del Dipartimento Acque e Rifiuti ha dichiarato di non potersi esprimere.

La scrivente, ritenute destituite di fatto e diritto le valutazioni generiche espresse dai Componenti che hanno prospettato la risoluzione anticipata, di contro ha giudicato che non sussistano le accertate inadempienze per proporre la risoluzione di che trattasi.

La relazione finale è stata inviata al Presidente della Regione, come dispone la Legge.

Appare, pertanto, fuorviante e oltremodo scorretto l’atteggiamento di alcuni componenti della Commissione che alimentano, nel delicato contesto territoriale, un’atmosfera di confusione, facendo riferimenti a scenari futuri che, allo stato dei fatti, non trovano nessun riscontro negli atti del procedimento in corso”.

Documento puiblicato:

Di Redazione - 20 novembre 2019 - in Dalla Provincia

   

Incontro Coordinazione Rosso-Nero

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Ultimo aggiornamento Lunedì 11 Novembre 2019 10:14 Scritto da Sandro Lunedì 11 Novembre 2019 10:05

Usi Unione Sindacale Italiana fondata nel 1912 Italia

segreteria nazionale collegiale Udine/Milano/Roma/Caserta

Largo G. Veratti 25 Roma e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Via G. Marchetti 46 Udine e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Via Ricciarelli 37 Milano e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Sito nazionale ufficiale www.unionesindacaleitaliana.eu/www.usiait.it

 

ESTIMADOS  CAMARADAS que vendràn a ROMA para la reuniòn de 16-17, este es el numero mòvil de NAIR que se encarga de su recepciòn y està disponibile para cualquier information, duda y comunicaciòn 

0039 3403203358 .

Vi le recordamos que el alojamento en Trastevere cuesta 25 € por  persona por noche.

Cuando llegue al aeropuerto de FIUMICINO tome el tren y bàjese en la estaciòn de Trastevere, iremos  a recogerlo.

Diganos cuàntos son y el dìa y la hora de llegada y salida.

En el debate tendremos disponibles dos intèrpretes

Para la comisiòn internacional

GIUSEPPE  MARTELLI

0039  3395001537

 

DEAR COMRADES

Who will come to ROMA for the convention 16 – 17 november , here is the mobile phone number of NAIR ...............................................

That is in charge of you reception, and avaleble for any information, do  B&B and comunication.

We remind you that the accomodation in Trastevere is 25 € for person for night.

When you arrive at FIUMICINO’s airport take the train and get of at TRASTEVERE’s station, we will come to pick you up.

Please let us  know how many you  are, date and time of arrival and departure.

At the meeting we provide the help of two translaters.

For International comitee

GIUSEPPE  MARTELLI

....................................................

 

Cari/e compagni/e

Noi vi attendiamo a ROMA per la riunione del 16 – 17 novembre; questo è il cellulare di NAIR .................., che si rende disponibile a ricevervi e a darvi tutte le informazioni necessarie sul B&B e su ogni altra comunicazione.

Vi ricordiamo che il B&B è a Trastevere il suo costo è di 25 € per persona per notte.

Quando arrivate all’aeroporto di FIUMICINO prendete il treno per ROMA e scendete alla stazione di Trastevere dove vi attendiamo

Fateci sapere orari e giorno di arrivo e partenza.  Per il convegno disporremo di due traduttrici

PER IL COMITATO RELAZIONI INTERNAZIONALI

GIUSEPPE  MARTELLI

....................................................

   

Pagina 1 di 89