Benvenuti sul sito dell'Unione Sindacale Italiana!

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Gli articoli, i comunicati, le lotte, le iniziative, hanno un permanenza limitata per fare posto a nuove pubblicazioni. Pertanto in automatico tutto viene archiviata. I/Le compagni/e interessati a documentazione non più presente nel sito, possono nell'eventualità fare richiesta alla sede di Milano.

Giuseppe Pellizza da Volpedo, Il Quarto Stato (1901), olio su tela, cm 293x545, Milano, Museo del Novecento, Palazzo dell'Arengario. « Siamo in un paese di campagna, sono circa le dieci e mezzo del mattino d'una giornata d'estate, due contadini s'avanzano verso lo spettatore, sono i due designati dall'ordinata massa di contadini che van dietro per perorare presso il Signore la causa comune...  »

L'EMANCIPAZIONE DEI LAVORATORI SARÁ OPERA DEI LAVORATORI STESSI

L'Unione Sindacale Italiana, fedele ai principi dell'A.I.T. (Association Internacional de los Trabajadores) fondata nel 1912, disciolta dal fascismo nel 1922, si è faticosamente ricostituita alla fine degli anni settanta. 

L'USI è l'organizzazione nazionale di tutti i salariati, i precari e disoccupati, di ogni sesso e nazionalità residenti in Italia che si propongono di raggiungere con le proprie forze l'emancipazione dell'uomo liberandosi da qualsiasi dominio economico, politico, morale. (Art. 2 Principi dell'USI) 

Coerentemente con gli scopi che si prefigge, l'USI tende all'autorganizzazione dei lavoratori; pratica la democrazia diretta; si fonda sui principi dell'autogestione; non è dipendente nè tributaria di alcun partito politico,di alcun movimento specifico, di alcun dogma religioso o laico.

L'Autogestione delle Lotte per l'Autogestione del Lavoro.

Collrgamento con l'altro sito dell'USI Ufficiale e Nazionale:

www.usiait.com; www.usiait.it.

Lotta di Classe

www.lottadiclasse.org

 

Azione repressiva in Zètema.

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Ultimo aggiornamento Lunedì 27 Novembre 2017 12:40 Scritto da Sandro Lunedì 27 Novembre 2017 12:30

U.S.I. - Unione Sindacale Italiana fondata nel 1912

Confederazione di Sindacati autogestiti e di federazioni locali intercategoriali

Sede nazionale: Largo G. Veratti 25 - 00146 Roma

Tel. 06/70451981, Fax 06/77201444, e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ;

Milano USI C.T.&S. segr. Nazionale Via Ricciarelli 37  tel 02/54107087

Fax 02/ 54107095 e mail usimilano@unionesindacaleitaliana

PEC Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Segr. Nazionale sede Udine Via G. Marchetti 46 3310 Udine

E mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ; Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Roma, 27 novembre 2017 pagine 3 totali (2 + 1 allegato dichiarazione lavoratrice)

 

Alla c.a. della segreteria e Ufficio di Gabinetto del Sindaco di Roma  Capitale

Fax 06 67103590 -06 6784239 e per e mail

Alla Direzione p.t. del Dipartimento Pol. Culturali Roma Capitale fax 06 67103118

Alla segreteria della Commissione di Garanzia per l’applicazione della legge

146/90 e 83/2000 fax 06 94539680 e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

OGGETTO: SEGNALAZIONE e  INTERVENTO DA CONFEDERAZIONE SINDACALE NAZIONALE USI – Unione Sindacale Italiana fondata nel 1912, anche ai sensi della Legge 241/90 per tutela c.d. “interessi collettivi diffusi”, con richiesta di verifica, in merito alla sostituzione di lavoratrice dipendente società Zètema P.C. srl (allegata sua dichiarazione), aderente a sciopero del 10 novembre 2017, con personale esterno società “H501”, presso la biglietteria del Museo comunale di Roma in Trastevere. Richiesta di verifica per ipotesi (in combinato disposto con L. 146/90 e 83/2000) di violazione artt. 14 e 15 L. 300/1970 e per eventuale ipotesi di infrazione società Zètema P.C. srl (società pubblica con socio unico Roma Capitale), ai sensi della L. 146/90 e 83/2000.

La Unione Sindacale Italiana, confederazione sindacale originariamente fondata nel 1912 e attiva sul territorio nazionale, che ha proclamato giornata di sciopero “generale” per la giornata del 10 novembre u.s., come altre OO.SS. (USB, COBAS, UNICOBAS, Orsa), è stata messa a conoscenza di un fatto, sul quale fa segnalazione e  richiesta di intervento, anche ai sensi della L. 241/90, quale associazione portatrice della tutela dei c.d. “interessi collettivi diffusi”, in merito alla sostituzione, con personale esterno della società H501, nella postazione ricoperta dalla lavoratrice presso la biglietteria del Museo comunale di Roma in Trastevere, il giorno 10 novembre 2017, a seguito della sua adesione allo sciopero svoltosi in quella giornata e la sua astensione dal lavoro, non determinata da altre cause che possano aver portato alla sua sostituzione. Si allega la dichiarazione che ha fatto la lavoratrice in questione, che ha trovato leso il diritto costituzionale di sciopero ex art. 40 Cost, esercitato a livello individuale nell’ambito di una giornata di sciopero “generale” ritualmente proclamata e con le procedure eseguite dai sindacati che lo hanno indetto, tra i quali la Usi, secondo le disposizioni relative alle leggi e procedure in materia di sciopero. Si è a conoscenza che la società H501, in base a convenzione con Società Zètema Progetto Cultura srl, ente strumentale di Roma Capitale che detiene il 100%  come socio unico della proprietà, ha la possibilità di sostituire il personale dipendente di Zèema, in caso di assenze (malattia, ferie, permessi, infortuni), ma non risulta che sia legittima, la sostituzione con personale esterno, di dipendenti che abbiano aderito e partecipato ad uno sciopero, come il caso che si sottopone alla verifica e intervento dei soggetti in indirizzo.

La motivazione del sindacato Usi, risiede nella richiesta di verifica della corretta applicazione della L. 146/90 e della Legge 83/2000, in materia di servizi pubblici essenziali in caso di sciopero, nonché nell’ipotesi da verificare, di una applicazione non conforme di quanto vietato ai datori di lavoro, in base al combinato disposto delle leggi citate, con gli articoli 14 e  15 della L. 300/1970, nell’interesse di veder rispettate le leggi e le disposizioni normative di tutela di diritti sul lavoro di fonte costituzionale.

Si tratterebbe di una lesione del diritto della lavoratrice di aderire allo sciopero, con la sua astensione dal lavoro, senza essere sottoposta a sostituzioni con personale esterno, anche in base a quanto ci è stato rappresentato verbalmente, della “cattiva prassi” di responsabili e coordinatori del settore museale della Società Zètema Progetto Cultura, di telefonare il giorno prima dello svolgimento di scioperi, prioritariamente a coloro che sono associati o simpatizzanti alle OO.SS. che lo hanno proclamato, per chiedere loro se aderiscono o meno all’astensione dal lavoro, invece di far effettuare, come sarebbe previsto dalla legge, la procedura prevista di comunicazione entro i 5 giorni antecedenti la data di uno sciopero, ai sindacati proclamanti, con l’elenco nominativo e per sede di lavoro, del personale dipendente che sarà esentato, per garantire il “servizio minimo essenziale” con il contingente di solito concordato con le OO.SS. con specifico accordo, che Usi ha sottoscritto con Roma Capitale per il solo personale comunale dipendente dell’Ente 8già Comune di Roma), in data 22 ottobre 1996, ma allo stato attuale non vi è alcun accordo sottoscritto da Usi e dalla rappresentanza sindacale interna Usi (trattante in azienda) con la Società Zètema Progetto Cultura srl, per quanto riguarda le procedure di sciopero.

Tanto premesso, si segnala tale prassi anomala, si interviene con richiesta di verifica, se sia legittima la sostituzione della lavoratrice  signora Susanna Simonetto, il giorno dello sciopero del 10 novembre 2017, al quale ha dato adesione, comunicata come da sua dichiarazione allegata e parte integrante del presente atto, all’azienda Zètema P.C. srl, con personale esterno, di società H501, nella postazione ricoperta di solito come sede di lavoro e assegnazione dalla lavoratrice scioperante, presso la biglietteria del Museo comunale di Roma in Trastevere e se tale situazione segnalata, configuri o meno una violazione delle Leggi 146/90 e 83/2000, con il combinato disposto dei diritti e delle garanzie di cui agli articoli 14 e 15 della Legge 300/70, nonché come lesione del diritto costituzionale ex art 40 Cost., esercitato individualmente dalla lavoratrice, con l’adesione e partecipazione allo sciopero del 10novembre 2017. Si richiede di essere informati, sull’esito della verifica e del procedimento di segnalazione, esercitato da Usi nell’ambito della tutela sindacale e della tutela degli “interessi collettivi diffusi”, come sopra motivata exL. 241/90, nel termine massimo di giorni 30 (trenta) dalla data di inoltro del presente atto, ai recapiti e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. e di PEC Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

Si ringrazia per l’attenzione e si resta in attesa di riscontro, in merito alla segnalazione, alla verifica di quanto esposto e di quanto si chiede di verificare ai soggetti in indirizzo, nell’ambito delle rispettive competenze per materia e territoriali, poiché è di rilevante interesse, avere chiarezza in merito alla correttezza e legittimità delle procedure di sostituzione del personale scioperante, in tale ambito specifico, anche per le future eventuali, astensioni collettive dal lavoro, nonché di procedure e misure opportune per evitare forme indirette di lesione di un diritto come quello di sciopero, di portata costituzionale, anche con l’eventuale sottoscrizione di procedure e protocolli di intesa con la società Zètema P.C. srl, allo scopo di regolamentare la questione evitando carenze e “buchi normativi” anche se di fonte pattizia.

Distinti saluti

Inoltra per la Unione Sindacale Italiana Usi fondata nel 1912 –

Roberto Martelli

   

VERSO LO SCIOPERO GENERALE

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Ultimo aggiornamento Mercoledì 08 Novembre 2017 14:26 Scritto da Sandro Mercoledì 08 Novembre 2017 14:21

VERSO LO SCIOPERO GENERALE

DEL 10/11/2017

Care/i colleghe/i, recentemente mi è stato segnalato che da qualche tempo ed in alcuni settori, le autorizzazioni "HR" vengono inoltrate nella loro interezza, oltre che al lavoratore ed al suo responsabile Zètema per la busta paga, anche a referenti di Roma Capitale. Sono convinta che, essendo Roma Capitale la nostra committenza abbia necessità di avere un quadro chiaro delle assenze, sono altresì convinta che tale dato non debba, però, essere fornito violando la privacy dei dipendenti Zètema, lasciando in chiaro anche le spiegazioni che, come lavoratori, inseriamo nelle note, dettagliando anche singole indicazioni sanitarie. A tal riguardo ho promosso una richiesta di chiarimenti al dr. Tagliacozzo per la quale attendo fiduciosa riscontro.

Colgo l'occasione per ricordarvi che venerdì 10 novembre p.v. è stato proclamato (e resta confermato) uno sciopero generale per il quale ci sarà un appuntamento congiunto dell'USI con Cobas, Cib Unicobas, Usb, Orsa (ma scioperano anche  i ferrovieri aderenti alla Cub e altre situazioni che hanno individuato nella giornata del 10, a livello nazionale, l'occasione giusta per dare forza alle singole vertenze e lotte aziendali o locali, con MANIFESTAZIONE DALLE ORE 9 (NOVE) A VIALE TRASTEVERE 76, presso il MIUR (Ministero Istruzione, Università e  Ricerca), che è stato individuato come uno dei luoghi dove si fa più pressante l'attacco ai diritti di chi lavora (anche nei tanti servizi esternalizzati e privatizzati...) e alla componente studentesca...la forza - lavoro in formazione.

In allegato la locandina volantino con i punti salienti dell'articolata piattaforma di sciopero del 10 novembre, che vi invito a far girare e a diffondere.

Dato il carattere generale ma articolato della giornata di sciopero, l'importanza di dare una riposta collettiva e solidale, a questo attacco generalizzato alle condizioni di lavoro e di vita, vi invito anche se le condizioni meteorologiche non ci sono al momento favorevoli e quelle di lavoro ancora meno,  a scioperare, far scioperare e ad essere presenti e combattivi alla manifestazione. Serenetta Monti (RSU/USI)

Unione Sindacale Italiana fondata nel 1912

e mail:

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

http://www.usiait.it

http://www.serenettamonti.it

   

Pagina 1 di 81