Benvenuti sul sito dell'Unione Sindacale Italiana!

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Gli articoli, i comunicati, le lotte, le iniziative, delle sezioni locali e nazionali, hanno un permanenza non lunga nella pagina per fare posto a nuovi documenti. Pertanto in automatico tutto viene archiviata. I/Le compagni/e interessati a documentazione non più presente nel sito, possono fare richiesta alla sede di Milano.

Giuseppe Pellizza da Volpedo, Il Quarto Stato (1901), olio su tela, cm 293x545, Milano, Museo del Novecento, Palazzo dell'Arengario. « Siamo in un paese di campagna, sono circa le dieci e mezzo del mattino d'una giornata d'estate, due contadini s'avanzano verso lo spettatore, sono i due designati dall'ordinata massa di contadini che van dietro per perorare presso il Signore la causa comune...  »

L'EMANCIPAZIONE DEI LAVORATORI SARÁ OPERA DEI LAVORATORI STESSI

L'Unione Sindacale Italiana, sezione italiana dell'A.I.T. (Association Internacional de los Trabajadores) fondata nel 1912, disciolta dal fascismo nel 1922, si è faticosamente ricostituita alla fine degli anni settanta. 

L'USI è l'organizzazione nazionale di tutti i salariati, i precari e disoccupati, di ogni sesso e nazionalità residenti in Italia che si propongono di raggiungere con le proprie forze l'emancipazione dell'uomo liberandosi da qualsiasi dominio economico, politico, morale. (Art. 2 Principi dell'USI) 

Coerentemente con gli scopi che si prefigge, l'USI tende all'autorganizzazione dei lavoratori; pratica la democrazia diretta; si fonda sui principi dell'autogestione; non è dipendente nè tributaria di alcun partito politico,di alcun movimento specifico, di alcun dogma religioso o laico.

L'Autogestione delle Lotte per l'Autogestione del Lavoro

 

Roma Multiservizi, licenziati in piazza.

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Ultimo aggiornamento Martedì 24 Marzo 2015 11:53 Scritto da Sandro Lunedì 23 Marzo 2015 09:14

Roma Multiservizi, licenziati in piazza. Monti (Usi): Nessuno ricevuto in Campidoglio

Roma Multiservizi, licenziati in piazza. Monti (Usi): Nessuno ricevuto in Campidoglio

è da settembre 2014 che la Società Roma Multiservizi SPA ha licenziato “48” , tra lavoratori e lavoratrici che si occupavano del verde pubblico.  Da agosto 2014, la vicenda è su tutti i tavoli istituzionali. Tra promesse rinvii e proposte di reintegro ma ad orari più che ridotti e con paghe stracciate gli ex dipendenti attendono ancora una soluzione.

A febbraio 2014, infatti, c’è stata la conclamazione di quei licenziamenti: è passato un anno e nulla è stato risolto. Ieri,  giovedi 19 marzo, i lavoratori senza posto hanno partecipato al corteo di protesta  contro il bilancio di Roma partito dal Colosseo e terminato in Campidoglio. Una volta qui

Serenetta Monti rappresentante dell’Usi, a fine serata ha spiegato in un video messaggio quanto accaduto dopo il tentativo di incontrare qualche rappresentante politico del Campidoglio.

La protesta di oggi è stata un appuntamento con diverse realtà cittadine che volevano dire no ai tagli di un bilancio fatto di lacrime e sangue – ha spiegato Monti – Tuttavia, nonostante la nostra richiesta, nessuna delegazione è stata ricevuta, perchè pretendevano una rappresentanza ristretta che non avrebbe dato voce a tutte le realtà che sono scese in piazza. Quello che ci è dispiaciuto di più è vedere che anche alcuni consiglieri che in passato si erano battuti per i licenziati della Multiservizi sono tornati sui loro passi. Ora sostengono che siano i lavoratori a non volere accettare le proposte.

Ma noi non dimentichiamo le promesse fatte e i tavoli sulla questione, andiamo avanti e dimostreremo anche in rete che in questa città si promette e poi non si mantiene”.

   

Rinnovo RSU a Caltanissetta

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Ultimo aggiornamento Venerdì 27 Marzo 2015 09:33 Scritto da Sandro Giovedì 19 Febbraio 2015 09:07

Unione Sindacale Italiana

Federazione Provinciale di

C A L T A N I S S E T T A

Via Re D’Italia n.10 (93100) Caltanissetta

3283682259 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

www.unionesindacaleitaliana.blogspot.com

 

UNIONE SINDACALE ITALIANA fondata nel 1912 – fedele ai principi dell’AIT

La PIAZZETTA U.S.I. La NOSTRA VOCE

COMUNICATO n.5 del 18 febbraio 2015

Mercoledì 18 febbraio 2015 – ore 16,00

OGGETTO: Comunicazione.

Care Colleghe e Cari Colleghi,

quello che avevo previsto si è avverato, i segretari provinciali delle forze PSEUDO-SINDACALI, filo-dirigenziali, hanno disertato l’ultima riunione di Delegazione Trattante, facendo mancare il numero legale, evitando in tal maniera che si discutesse principalmente dell’AZZERAMENTO delle Posizioni Organizzative, tesi fortemente sostenuta e proposta dall’U.S.I.

Questo non è il modo di fare sindacato, essendo il sindacato lo strumento d’eccellenza in difesa dei diritti dei Lavoratori, tali valori dimenticati da tempo e buttati nel cesso da parte di tanti pseudo-sindacalisti che sfruttano la buona fede delle Lavoratrici e dei Lavoratori per poter andare in distacco, le Lavoratrici ed i Lavoratori vanno seguiti ed ascoltati passo dopo passo, per questo ho attivato, come ricorderete di sicuro, nell’ottobre 2012 e senza mai interrompere lo SPORTELLO di APPOGGIO,  che trova luogo presso la stanza delle RSU sita all’Istituto Musicale “Vincenzo Bellini di Caltanissetta”, attività portata avanti come pertinente delle competenze primarie di una seria RSU, utile a conoscere le esigenze di chi ha bisogno di assistenza sindacale.

Per tali motivi, ESISTENZIALI per me ed essenziali mi ricandido per il rinnovo delle RSU 2015, elezioni previste per il 3, 4, 5 marzo prossimo, mi ritrovo mio malgrado ad essere candidato nuovamente da solo, ho fatto tutti i tentativi possibili per poter essere almeno in due in lista, purtroppo non sono stato fortunato, certo lo capisco bene fare Sindacato Conflittuale e di Base non è facile ci vuole spirito di sacrificio più di quanto se ne pensa, fare sindacato spesso a proprie spese non è semplice, esporsi significa pagare sulla propria pelle principalmente sulla credibilità, comunque quello che interessa principalmente è crederci e rimanere modesti nel tempo. Ringrazio pubblicamente il Collega Gaetano Castelli che ha accettato di curare la Tesoreria del Sindacato a livello regionale, scelta oculata e scrupolosa essendo una onesta persona che gode di ECCELLENTE STIMA da parte dei Colleghi e da parte di tutte le nostre conoscenze, GRAZIE GAETANO, con l’augurio che tu possa goderti il beato riposo pensionistico in compagnia della tua amata famiglia.

Un buon sindacalista non deve amministrare un bel niente, deve occuparsi esclusivamente di FARE SINDACATO, altrimenti perderà consensi, stima e credibilità, RIMANERE INSCALFIBILI, INCORRUTTIBILI ed ONESTI sono le credenziali che necessitano al BUON ONESTO SINDACALISTA preferibilmente anche CONFLITTUALE.

So bene che ottenere la rielezione è un traguardo arduo da parte mia, perché necessita ottenere il doppio dei consensi, visto che è possibile dare la doppia preferenza, quindi con i giochi di tavolino possono incrociarsi le preferenze, io non posso incrociare un bel niente, per tal motivo chiedo a TE, se reputi che ho operato con impegno in questi anni SENZA MAI SPECULARE per ottenere un solo personale profitto, VOTAMI, altrimenti vota a chi vuoi tu oppure non andarci, ma una cosa ti chiedo non classificarmi alla stregue dei PARASSITI-SINDACALI.

Non desidero ricordare nulla del mio impegno in seno la RSU, perché chi opera bene lascia un buon ricordo a tutte/i, ma una merita di essere ricordata, la vertenza denominata I.N.A.D.E.L.? No...Grazie!! durata ben 176 giorni, sino a giungere alla Corte Costituzionale che con la sentenza n.223 dell’08/10/2012 che mise fine ad una nefasta illegittimità, perché  “la ritenuta I.N.A.D.E.L.” era applicata sulla retribuzione, pari al 2,50% sull’80% della retribuzione, destinata illegalmente a quota parte del T.F.S.

ALLORA se vuoi divenire un/a vincente  ripartiamo INSIEME…

VOTAMI e fai VOTARE la lista USI,

la lista delle Lavoratrici

e dei Lavoratori

Entra  nell’U.S.I.

diverrai  anche tu una/un protagonista

 

INSIEME  PER UNA LOTTA GIUSTA

CONTATTA  il  VULCANICO  collega  Lorenzo  Petix

3283682259 – uff. 0934.565997 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

   

Pagina 1 di 34