Benvenuti sul sito dell'Unione Sindacale Italiana!

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Gli articoli, i comunicati, le lotte, le iniziative, delle sezioni locali e nazionali, hanno un permanenza non lunga nella pagina per fare posto a nuovi documenti. Pertanto in automatico tutto viene archiviata. I/Le compagni/e interessati a documentazione non più presente nel sito, possono fare richiesta alla sede di Milano.

Giuseppe Pellizza da Volpedo, Il Quarto Stato (1901), olio su tela, cm 293x545, Milano, Museo del Novecento, Palazzo dell'Arengario. « Siamo in un paese di campagna, sono circa le dieci e mezzo del mattino d'una giornata d'estate, due contadini s'avanzano verso lo spettatore, sono i due designati dall'ordinata massa di contadini che van dietro per perorare presso il Signore la causa comune...  »

L'EMANCIPAZIONE DEI LAVORATORI SARÁ OPERA DEI LAVORATORI STESSI

L'Unione Sindacale Italiana, sezione italiana dell'A.I.T. (Association Internacional de los Trabajadores) fondata nel 1912, disciolta dal fascismo nel 1922, si è faticosamente ricostituita alla fine degli anni settanta. 

L'USI è l'organizzazione nazionale di tutti i salariati, i precari e disoccupati, di ogni sesso e nazionalità residenti in Italia che si propongono di raggiungere con le proprie forze l'emancipazione dell'uomo liberandosi da qualsiasi dominio economico, politico, morale. (Art. 2 Principi dell'USI) 

Coerentemente con gli scopi che si prefigge, l'USI tende all'autorganizzazione dei lavoratori; pratica la democrazia diretta; si fonda sui principi dell'autogestione; non è dipendente nè tributaria di alcun partito politico,di alcun movimento specifico, di alcun dogma religioso o laico.

L'Autogestione delle Lotte per l'Autogestione del Lavoro

 

Le strade sono Nostre!

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Ultimo aggiornamento Venerdì 28 Novembre 2014 10:42 Scritto da Sandro Venerdì 28 Novembre 2014 10:36

 

   

Comunicato USI Scuola Università Ricerca Formazione

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Ultimo aggiornamento Giovedì 27 Novembre 2014 10:01 Scritto da Sandro Giovedì 27 Novembre 2014 09:57

Comunicato USI Scuola Università Ricerca Formazione

USI S.U.R.F. ITALIA.

Condannato il Governo italiano e la sua arroganza, da sentenza della Corte di Giustizia Europea del 26 novembre 2014, sui ricorsi per la irregolarità dei contratti a tempo determinato (uso eccessivo oltre i 36 mesi di servizio, senza assunzione e stabilizzazione) per i precari insegnanti di scuola statale italiana.

E' un primo risultato, la lotta prosegue...(riceviamo e inoltriamo il messaggio mandato su facebook oggi)

e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Confederazione USI

fondata nel 1912

 

L'USI SCUOLA UNIVERSITA' RICERCA FORMAZIONE FESTEGGIA DOPO ANNI DI LOTTE E DI SCIOPERI LA STORICA SENTENZA DELLA CORTE DI GIUSTIZIA EUROPEA CHE PUNISCE QUESTO GOVERNO E DICE BASTA AL PRECARIATO STORICO --- L'USI DA' LA DISPONIBILITA' DELLE PROPRIE SEDI A PARTIRE DA ROMA, MILANO, FOGGIA ... A SEGUIRE I RICORSI PER OTTENERE QUANTO DOVUTO TRAMITE GLI STUDI LEGALI COLLEGATI (CHE HANNO GIA' SEGUITO LA BATTAGLIA E LA SENTENZA, si ringrazia l'avvocato SERGIO GALLEANO, che ha seguito il ricorso e collabora con l'USI da 20 anni) ..... FORZA ... ORA NON SI POTRANNO PIU' RIFIUTARE DI RICEVERE DELEGAZIONI, COME IL 14 NOVEMBRE AL M.I.U.R. (Ministero dell'Istruzione, Università, Ricerca) è successo agli scioperanti...LO LOTTA PROSEGUE


Visualizza o commenta il post di Alex Marte »

Con Google+ la condivisione sul Web rispecchia la vita reale. Ulteriori informazioni.

Entra in Google+

   

Pagina 1 di 36