Nibirumail Cookie banner

Benvenuti sul sito dell'Unione Sindacale Italiana!

PEPPINO IMPASTATO. A 43 anni dalla morte ......

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Ultimo aggiornamento Lunedì 10 Maggio 2021 08:26 Scritto da Sandro Lunedì 10 Maggio 2021 08:21

9 Maggio 1978 – 9 maggio 2021:

PEPPINO IMPASTATO, ASSASSINATO DALLA MAFIA.

A 43 anni dalla morte vive sempre nelle nostre lotte…stiamo ancora facendo i nostri 100 PASSI…

Il 9 maggio 1978 la mafia assassinava Peppino Impastato, attivista sociale prima ancora che compagno militante siciliano, nato nel 1948, una vita passata tra Cinisi, il suo paese dove aveva costituito con altri suoi amici e compagni di lotta, quella “nuova sinistra” svincolata dal Pci e una delle prime radio alternative “Radio AUT”, con la città di Palermo, dove aveva studiato all’università, ritornando poi al suo paese originario, in una lotta contro le cosche mafiose, la rassegnazione, la paura e la sottomissione.

Un assassinio, il suo che subì in modo particolare la tendenza di quegli anni, la campagna di depistaggio per infangarne la memoria e la figura anche personale. Un tentativo che i suoi familiari e i suoi compagni e compagne, smascherarono e riuscirono a battere, continuandone l’opera, proseguendo nella pratica costante la rivendicazione di idee e la testimonianza di vita e di passione sociale, civile, “politica” nel senso pieno del termine, di scelta di campo e di partecipazione dal basso, senza cedere ai compromessi e alla “convivenza” con le organizzazioni criminali e il metodo mafioso.

Se a 43 anni dal suo assassinio, ne ricordiamo ancora la vita, la memoria e le sue idee, vuol dire che questo messaggio è passato, che  Peppino Impastato e' ancora vivo, e ancora lotta insieme a noi ogni volta che i settori popolari sfruttati e subalterni, le classi lavoratrici, studenti e studentesse, sviluppano lotta, conflitto, informazione alternativa, cultura popolare non sottomessa ai poteri forti, per riaffermare la giustizia sociale, la libertà, i diritti civili, per una società che superi la differenziazione in classi sociali, subalterna ai poteri criminali, contro il regime del sistema mafioso, di stampo fascista, razzista e stragista, la concezione patriarcale dominante, che contamina negativamente i rapporto sociali e quelli economici.


In questo 9 maggio 2021, secondo anno di pandemia, lo ricordiamo ancora, nelle nostre necessarie lotte quotidiane, dai posti di lavoro ai territori, stiamo ancora facendo I NOSTRI 100 PASSI…

ORA E SEMPRE RESISTENZA ATTIVA.

Usi Unione Sindacale Italiana

segreteria nazionale collegiale

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

SCIOPERO 5 MAGGIO 2021.

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Ultimo aggiornamento Martedì 04 Maggio 2021 12:52 Scritto da Sandro Martedì 04 Maggio 2021 12:45

AZIENDA SPECIALE COMUNALE FARMACAP

ROMA: CONFERMATO LO SCIOPERO PER L'INTERA GIORNATA DEL 5 MAGGIO 2021, dei dipendenti di Farmacap.

PRESIDIO IL 5 MAGGIO DALLE 16 a Piazza del Campidoglio, promosso dalle Rsa congiunte interne di Usi, Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil, in concomitanza con la seduta  straordinaria dell'Assemblea Capitolina su Farmacap, che segue quella con ordini del giorno e mozioni approvate già il 10 marzo scorso, sempre dall'Assemblea Capitolina.

Prosegue la mobilitazione per ottenere il pagamento regolare delle retribuzioni, la conferma della natura pubblica e societaria della Farmacap, il rilancio del percorso di intervento integrato farmaco-socio sanitario e sociale dell'azienda comunale nei quartieri popolari e periferici della Capitale, la salvaguardia occupazionale e salariale, a fronte di ipotesi di privatizzazione, smantellamento dell'intervento pubblico integrato svolto attualmente tra farmacie comunali, sportelli sociali di prossimità e servizio Recup sociosanitario, messo a rischio dalla liquidazione amministrativa e dalla liberalizzazione dei servizi strategici, in sicurezza e all'interno di una programmazione razionale, efficace ed efficiente di un'azienda pubblica, strangolata da 6 anni di gestione commissariale e di direzioni generali ad interim, con la logica dell'emergenza al posto della doverosa pianificazione e strategia di intervento pubblico e controllato direttamente dall'Amministrazione capitolina, con circa 330 dipendenti (il 70% donne) che malgrado tutte le difficoltà, hanno continuato a lavorare ed erogare i servizi alla cittadinanza e alle fasce deboli di utenza.

USI invita lavoratrici e lavoratori a scioperare (rispettando i servizi minimi essenziali delle farmacie esentate sul territorio cittadino, dallo sciopero), a non cedere alle pressioni esterne dei poteri forti della città, interessati alla speculazione sulla Farmacap, sul suo patrimonio immobiliare e sui servizi strategici erogati, finora, con modalità solidale e sociale e non in nome del profitto,  a resistere dall'azione di boicottaggio dello sciopero del 5 maggio,  messo in campo da sindacati collaborazionisti e compromessi con l'azienda, mantenendo l'unità di azione costruita nel tempo dalle diverse rappresentanze sindacali interne.

Roma, 4 maggio 2021

Usi Unione Sindacale Italiana fondata nel 1912

e mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

   

Carovana in Italia.

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Ultimo aggiornamento Mercoledì 28 Aprile 2021 10:33 Scritto da Sandro Mercoledì 28 Aprile 2021 10:29

REPORT RIUNIONE COMUNICAZIONE NAZIONALE - 23 APRILE

 

CrowdFunding

Lanciare un Crowdfunding nazionale su Produzioni Dal Basso per sostenere le spese per la permanenza della Carovana in Italia.

Per stimolare la partecipazione, verrà creata un'oggettistica associata al Crowdfunding (a titolo esemplificativo ma non esaustivo: spilla, Tshirt, polo, tarocchi zapatisti, manifesti AdHoc, tavole dei 7Principi, mascherine LAPAZ in stoffa), valutando eventuali aggiunte/modifiche per la vendita in loco durante iniziative e banchetti nei vari nodi territoriali sia prima che durante l'arrivo della Gira in Italia.

Per i "manifesti AdHoc", verranno contattati artisti e illustratori chiedendo il loro contributo artistico (Andrea si è proposto di sentire dei compagni messicani che hanno già realizzato grafiche sul tema).

In questa settimana, verrà organizzata una riunione tra le Commissioni Finanza e Comunicazione per stabilire entità, dinamiche, strategie e tempistiche del crowdfunding e costruire una campagna comunicativa che produca uno spot radiofonico e un breve video.

L'ideale sarebbe riuscire a partire in concomitanza con la partenza della nave dal Messico i primi giorni di maggio o al massimo in occasione del loro arrivo in Europa.

Logo LAPAZ

La CommissioneComunicazione esprime parere positivo al logo allegato (tonalità di rosso e di nero) ma rimettiamo la decisione alla discussione collettiva.

Iniziative a sostegno della partenza

* Come già comunicato, la CommissioneComunicazioneEuropea chiede di accompagnare mediaticamente la partenza della nave realizzando azioni di piazza a sostegno della partenza della nave e mandando materiali video e foto entro il 30 Aprile.

A breve verrà mandata una mail dalla mail nazionale con una proposta di un’azione comunicativa coordinata (già inviata in data 24 aprile).

* In Messico, il giorno della partenza verrà organizzata una "barcolana" con barche di carta nel tratto di mare da cui partirà la nave. Vorremmo organizzare un'azione simile in Italia, riempiendo gli specchi d'acqua di barchette zapatiste. Per ragioni logistiche e ambientali, riempire fiumi e laghi di carta potrebbe non essere la scelta più appropriata e si pensava quindi di realizzarla nelle fontane o in qualunque superficie idrica più conveniente.

Iniziative a sostegno della Gira

* La Commissione Comunicazione Europea comunica di non essere in grado di gestire ed organizzare una copertura mediatica a livello centrale, ma è stato creato un pad in cui poterci coordinare per riuscire a coprire mediaticamente almeno gli eventi principali (vedi PropostaEuropea allegata):

- Sbarco in Europa (intorno al 15 giugno?)

- EventoCentrale a Madrid (13 agosto)?

- Partenza (settembre/ottobre?)

* Per la giornata del 13 agosto verrà creata una commissione comune a livello europeo (vedi PropostaEuropea).

A prescindere dal livello di partecipazione in queste commissioni, riteniamo sia necessaria la nostra presenza come LAPAZ sia allo sbarco che all’EventoCentrale di Madrid del 13 agosto (se ci sarà).

Proposte

* Realizzare un breve video (o una serie di video) comunicativi coinvolgendo musicisti e artisti.

L'idea è di realizzare un video con musica di sottofondo (Andrea si è proposto di sentire Enrico Roberto dello Stato Sociale), letture di testi zapatisti da parte di altri artisti e cantanti e immagini dal Chiapas.

* Realizzare e finanziare un video/documentario della gira, sia durante la permanenza in Italia che nel resto d'Europa

Prossima Riunione

9 maggio ore 20

   

Pagina 6 di 107